FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Amazzonia, un audio scagiona volontari Ong arrestati per roghi | Presidente Bolsonaro aveva accusato anche DiCaprio

I quattro ambientalisti hanno negato di aver ricevuto donazioni da parte dellʼattore americano, smentendo così quanto affermato dal presidente Jair Bolsonaro

dicaprio

L'incendio di settembre ad Alter do Chão, nell'Amazzonia brasiliana, è stato causato da "persone che danno fuoco per vendere terra" e non dalle Ong. E' quanto rivela un audio tra il sindaco di Santarem e il governatore dello Stato. Per il rogo erano stati arrestati quattro volontari dell'associazione "Progetto Salute ed Allegria" (Psa). Quest'ultima ha negato di aver ricevuto soldi dall'attore DiCaprio, messo sotto accusa dal presidente Bolsonero.

Nell'audio, il sindaco Aguiar ha affermato che "ci sono agenti di polizia dietro di loro, le persone sono armate lì" chiedendo l'intervento non solo dei vigili del fuoco, ma anche della polizia militare per "identificare questi criminali". Le sue parole gettano ombre sull'inchiesta della polizia civile, che martedì ha arrestato i quattro volontari della Ong. L'audio inoltre ha confermato la linea di indagine condotta dalla procura, secondo cui l'incendio di Alter do Chão è stato causato da accaparratori di terra interessati a vendere lotti, e non dai membri dell'associazione ambientalista.

 

"Noi non abbiamo ricevuto nulla da parte di Leonardo DiCaprio, quelle sono solo fake news che sono state diffuse contro di noi", hanno confermato i volontari del Psa, Daniel Gutierrez, Gustavo Fernandes, Marcelo Aron e Joao Romano, in una conferenza stampa a Santarem, nella quale hanno anche denunciato di essere stati minacciati. 

 

La settimana scorsa Bolsonaro, durante una visita nella regione amazzonica, ha detto, rivolgendosi a DiCaprio, noto per
la sua militanza ambientalista, "lei sta collaborando con gli incendi in Amazzonia". Per giustificare l'arresto dei quattro
volontari, infatti, la polizia aveva sostenuto che l'Ong avesse venduto 40 immagini al Wwf per circa 15mila euro e il Wwf, a sua volta, avrebbe ottenuto per loro donazioni, come quella di DiCaprio, da 500mila dollari, per combattere i roghi in Amazzonia. Nello scorso week end l'attore americano ha dichiarato di non aver mai finanziato le attività della Psa, anche se considera la Ong "meritevole di sostegno",

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali