FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

WRC 9, si torna in pista con il videogioco ufficiale del Rally

La simulazione dei francesi di Kylotonn Racing e Nacon su console e PC e si conferma sorprendentemente buona

Dopo la lunga pausa dovuta alla pandemia, la corsa del Campionato Mondiale Rally (WRC) è ripartita a settembre con il Rally Estonia: per festeggiare il ritorno in pista è stato pubblicato su PC, PlayStation 4 e Xbox One anche il videogioco WRC 9, il nuovo atteso capitolo della simulazione ufficiale firmato dal team di sviluppo transalpino Kylotonn Racing sotto l'egida di Nacon e Bigben Interactive. Tgcom24 e Mastergame l'hanno provato per voi.

SULLA STRADA DELLA CONTINUITÀ – La serie videoludica WRC si è sempre distinta per un approccio un po' più simulativo che arcade, soprattutto nella riproduzione del comportamento delle vetture su terra, fango e ghiaccio. Un approccio, forse, un po' troppo punitivo ma che ha sempre premiato quei giocatori in grado di guidare senza commettere grossi errori. Il team di sviluppo ha abbracciato la strada della continuità in WRC 9, un capitolo di transizione tra la vecchia e la nuova generazione di console ed è anche il più convincente realizzato finora da Kylotonn Racing.

 

Per saggiare l'abilità del pilota è necessario affrontare la solita prova su pista, fondamentale per capire quali aiuti attivare e, soprattutto, il livello di difficoltà da selezionare. Il cuore pulsante dell'esperienza rallystica proposta da WRC 9 è rappresentato dalla modalità Carriera: la prima cosa fare è scegliere da quale categoria ufficiale partire. Troveremo tutte le case costruttrici e i team che partecipano al mondiale rally: nel WRC avremo Ford, Hyundai e Toyota, nelle categorie minori (WRC 2 e 3) anche Citroen, Skoda e Volkswagen. All'inizio la scelta è ristretta tra il campionato monomarca WRC Junior (si corre con la Ford Fiesta) e la WRC 3.

 

WRC 9 - Kylotonn Racing - Bigben

 

ALLENAMENTO – La carriera prevede il classico hub dove è possibile controllare e migliorare ogni aspetto del proprio team e del proprio alter ego virtuale, gestendo il fitto calendario degli eventi e sviluppando la vettura con un occhio al budget economico. La struttura ruolistica (per sbloccare i potenziamenti ci sono “alberi delle abilità” e relativi punti) e la componente manageriale sono interessanti, mentre gli obiettivi da completare e le prestazioni da ottenere aggiungono quel pathos in più a una modalità piuttosto completa e impegnativa.

 

Per chi non ha voglia di impegnarsi in una lunga carriera è sempre possibile provare rally e auto nelle altre modalità proposte: l'offerta è davvero sostanziosa. Per chi invece vuole giocare online ci sono numerose sfide giornaliere da completare e la possibilità di effettuare una stagione contro avversari umani. I “Club” invece permettono al giocatore di creare dei campionati personalizzati e di sfidare i propri amici.

 

WRC 9 - Kylotonn Racing - Bigben

 

EFFETTO PENDOLO - Le vetture forniscono un buon feeling con il controller o il volante mentre la differenza tra una prova su ghiaia, sterrato, ghiaccio e asfalto è ancor più marcata rispetto al passato. Oltre a sentire di più il tracciato, il pilota può contare su un parco auto ben differenziato. La gestione dei danni è sorprendente buona e tralasciando qualche problemuccio nei ribaltamenti e nella morbidezza dello sterzo (con tanto di effetto pendolo), il motore fisico fa davvero un buon lavoro. Lo si apprezza ancor di più con le condizioni meteo variabili e padroneggiare al meglio una leggendaria Lancia Fulvia HF, una Audi quattro A2 o una Ford Fiesta WRC richiede tempo e allenamento.

 

Vincere un rally è davvero una bella soddisfazione e farlo nel nuovo “Safari Rally” del Kenya, in quello del Giappone o della Nuova Zelanda lo è ancora di più. Gli avversari computerizzati alternano prestazioni discontinue e non sempre all'altezza delle loro controparti reali: Kylotonn Racing poteva fare di più!

 

WRC 9 - Kylotonn Racing - Bigben

 

SEMPRE UGUALE – Da vedere WRC 9 non è cambiato moltissimo rispetto ai capitoli precedenti. I modelli delle auto sono più che discreti, mentre la riproduzione dei tracciati è piuttosto altalenante: ambientazioni superbe si alternano ad altre spoglie e a simpatici bug che verranno sistemati con le prossime patch (pilota e copilota andrebbero caratterizzati meglio, così sono uguali!). Il comparto sonoro è convincente anche se il copilota ha la tendenza a leggere le note un po' troppo in anticipo...

 

Nonostante un comparto grafico non da urlo e qualche vecchio difettuccio WRC 9 è davvero un buon gioco e riesce a riprodurre la magia del Campionato del Mondo Rally.

 



Come lo abbiamo giocato

Abbiamo provato WRC 9 grazie a un codice per il download fornito da BigBen Interactive su una PS4 collegata a un TV LG 49UJ630V. Abbiamo disputato la modalità Carriera con una Ford Fiesta nel categoria Junior del WRC, provato la mitica Lancia Stratos in diverse prove del mondiale e completato diverse sfide giornaliere.


Può piacere a chi…
… ama il “fangoso” mondo dei Rally
… vuole vivere l'emozione di una carriera nel WRC
… sogna di fare un giro con una Lancia Stratos

Potrebbe deludere chi…
… si aspetta un modello di guida rinnovato
… cerca un gioco di rally facile da padroneggiare
… vuole un comparto grafico spettacolare

WRC 9 è un gioco consigliato a tutti, senza distinzione di età.
 

 


 

Vieni su IGN Italia per altre notizie e video su questo gioco!

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali