FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Rocket League è il secondo gioco a supportare il cross-play su PS4

Il titolo di Psyonic entra nel programma beta di Sony e permette di sfidare gli amici su altre piattaforme

Rocket League è il secondo gioco a supportare il cross-play su PS4

L'apertura da parte di Sony al multiplayer tra PlayStation 4 e altre piattaforme, dovuta principalmente al successo di Fortnite: Battle Royale e alle pressioni da parte dei fan, ha scatenato un vero e proprio effetto domino, spingendo altri team di sviluppo a tentare l'ingresso nel programma sperimentale chiamato PlayStation Cross-Play.

È il caso di Psyonix, autori di un altro successo globale come Rocket League, che nelle scorse ore è diventato il secondo videogioco della storia a offirre il multiplayer cross-platform tra PC, Xbox One, Nintendo Switch e, appunto, PS4.

Da oggi in poi, infatti, i giocatori PS4 possono divertirsi in compagnia degli amici su Steam, Switch e Xbox One grazie al matchmaking random, che permetterà di cercare giocatori da altre piattaforme in tutte le arene online all'interno delle playlist CasualeCompetitiva ed Extra.

Coloro fossero interessati a organizzare partite con amici di altre piattaforme, potranno sfruttare l'opzione Partite private per invitare altri giocatori da PC, Switch e Xbox One attivando l'opzione Cross-Play dal menu apposito.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali