FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

New York, lo YouTuber Etika è stato trovato morto

Grande appassionato di Nintendo, soffriva da tempo di depressione: il suo corpo è stato ritrovato dagli agenti

New York, lo YouTuber Etika è stato trovato morto

La polizia di New York ha confermato il decesso di Desmond Amofah, celebre YouTuber americano sparito dal 19 giugno, giorno della pubblicazione del suo ultimo video, intitolato "I'm sorry".

Etika, questo il nome d'arte del 29enne, è diventato famoso su YouTube per la sua passione per i videogiochi Nintendo e, in particolare, le "reaction" legate agli annunci della casa di Super Mario.

Il ragazzo soffriva da tempo di depressione e distrubi mentali gravi al punto da farsi arrestare in diretta streaming. Dopo aver scovato i suoi vestiti nelle vicinanze del Ponte di Manhattan, nelle scorse ore gli agenti della polizia hanno ritrovato il suo corpo senza vita.

Non ci sono, tuttavia, ulteriori informazioni sulla sua morte, ma le numerose avvisaglie fanno pensare a un suicidio: più volte il ragazzo aveva allarmato i suoi follower con riferimenti in tal senso.

I fan, scossi dalla vicenda, hanno avviato una petizione per chiedere la sua sepoltura nella sede di YouTube. Nel momento in cui vi scriviamo, l'iniziativa ha già superato un milione di firme.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali