FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Canada: documento svela tutte le violazioni alle aree militari dei giocatori di Pokémon GO

Un curioso report descrive una serie di episodi in cui i militari si sono imbattuti negli accaniti cacciatori di mostriciattoli di Niantic e Game Freak


Dal 2016 la mania scatenata dal gioco mobile Pokémon GO non ha avuto limiti. Si sono verificati, infatti, centinaia di incidenti che hanno impegnato le forze dell'ordine nel cercare di tamponare l'orda dilagante di giocatori a caccia dei piccoli esserini in giro per il mondo. A tal proposito, l'emittente canadese CBC ha recentemente pubblicato un report militare in cui viene raccontata una lunga serie di curiose violazioni a zone militari proprio ad opera di agguerritissimi cacciatori di Pokémon dello stato nordamericano.

Il documento non è certo sintetico, perché consta infatti di ben oltre 500 pagine in cui si raccontano diversi episodi accaduti agli ufficiali di base in diverse zone, che mostrano come le infrazioni avessero iniziato già a verificarsi già pochi giorni dopo il lancio dell'app, dato che diversi PokéStop si sono generati in maniera casuale in punti ad accesso proibito al pubblico.

 

In alcune pagine, ad esempio, viene descritto come due giocatori avessero guidato un furgone all'interno di una base aerea vicino a Toronto poco prima di mezzanotte e che un caporale li avesse scoperti a cercare Pokémon con i propri smartphone. Un altro caso racconta di una cacciatrice trovata a gironzolare nella base militare di Borden (Ontario), mentre i suoi tre figli giocavano a rincorrersi sui carri armati. Un altro giocatore, in stato di fermo presso un'altra base militare avrebbe risposto agli ufficiali: "Devo battere i miei figli al gioco".

 

Ma l'invasione degli aspiranti trovatori di creature immaginarie non è stata accolta in maniera totalmente negativa in ambito militare: un maggiore della base di Halifax, in Nuova Scozia, ha richiesto che tre ufficiali si impegnassero a indagare più a fondo le potenzialità del gioco per poter fissare un PokéStop vicino al museo della base e poter garantire una maggiore affluenza di visitatori, mentre un esperto in tattica militare aveva suggerito persino di assumere un giocatore dodicenne come consulente per comprendere meglio le dinamiche legate alla realtà aumentata.

 


 

Vieni su IGN Italia per altre notizie e video su questo gioco!

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali