FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Tanta nebbia e niente pioggia: lʼinquinamento soffoca il Nord

A Milano scattano i divieti dopo il superamento delle soglie per dieci giorni; a Torino mezzi pubblici gratis e a Pordenone limitazioni alle auto. Problemi anche a Roma, che ferma i veicoli inquinanti

Tanta nebbia e niente pioggia: l'inquinamento soffoca il Nord

Molta nebbia, poca pioggia e niente neve: e la qualità dell'aria nelle pianure del Nord peggiora a livello d'allarme a causa del progressivo accumularsi di sostanze inquinanti. Così a Milano, Torino e Pordenone sono scattate le misure d'emergenza dopo il superamento, per dieci giorni consecutivi, della soglia massima di polveri sottili. Ma se al settentrione la situazione non è incoraggiante, a dover fare i conti con l'inquinamento è anche Roma.

A Milano partono i divieti - Nel capoluogo lombardo sono scattati mercoledì 9 le prime misure antismog della stagione: al bando i veicoli diesel euro 3 senza filtro (dalle 8.30 alle 18 se privati, dalle 7.30 alle 10 se commerciali), più basse le temperature dei caloriferi (da da 20 a 19 gradi, con durata di accensione degli impianti ridotta da 14 a 12 ore al giorno) e gratis bus e tram (per tre giorni, fino a venerdì) per gli adulti che li utilizzeranno per accompagnare i bambini a scuola. Altra misura straordinaria voluta dal Comune per incentivare la mobilità sostenibile in queste giornate è la gratuità (sempre da mercoledì a venerdì), degli abbonamenti giornalieri BikeMi.

De Corato: Milano come Pechino - "Milano come Pechino, una delle città più inquinate del mondo, con il rischio di provvedimenti drastici contro lo smog come ad esempio le targhe alterne". Così Riccardo De Corato, consigliere regionale e comunale di FdI, commenta i provvedimenti antismog. E sottolinea che "i coefficienti di polveri sottili non si abbassano da tempo, mercoledì sarà la giornata cruciale oltre la quale scatterà l'emergenza".

A Torino metro e bus gratis - Metropolitana, bus e tram gratis per tutti per due giorni, giovedì e venerdì prossimo, a Torino e in 20 comuni del circondario, per contrastare l'inquinamento: due terzi del Piemonte sono infatti in fascia rossa per il livello di polveri sottili. L'iniziativa "Lascia l'auto, viaggia gratis", riguarda la metro (150mila passeggeri) e 88 linee urbane e suburbane (600mila). "Si tratta - spiega il sindaco Piero Fassino - di un impegno concreto che fa leva anche sulla partecipazione e sulla responsabilità dei cittadini di Torino. La difesa della qualità dell'aria che respiriamo è un bene che tutti siamo chiamati a preservare e per i quali tutti possiamo contribuire. Con i provvedimenti dei prossimi giorni la Città farà la sua parte".

Limitazioni al traffico a Pordenone - Il protrarsi della situazione di superamento del valore limite di concentrazione delle polveri sottili nell'atmosfera, i sindaci dei Comuni di Pordenone, Cordenons e Porcia hanno applicato anche per mercoledì i provvedimenti di emergenza: limitazione alla circolazione dalle 9 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18 e targhe alterne nell'area centrale.

A Roma stop ai veicoli inquinanti - L'inquinamento ha costretto anche il Commissario straordinario di Roma Capitale a disporre, per mercoledì 9, il blocco della circolazione per i veicoli più inquinanti all'interno della "Fascia Verde". Il divieto di circolazione degli Euro 0 sarà quindi permanente a partire dal 15 dicembre, mentre Euro1 benzina e diesel ed Euro2 diesel si fermeranno dal 15 dicembre 2015 al 31 marzo 2016.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali