FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

La campagna Mediaset contro lo spreco alimentare: "Il cibo è il nostro futuro"

World Food Day, l'iniziativa interesserà non solo gli spettatori ma anche i dipendenti e i collaboratori

"Il cibo non è solo cibo: è energia, lavoro, passione. Il cibo è il nostro futuro. Non sprechiamolo" è questo lo slogan della nuova campagna sociale Mediaset contro lo spreco alimentare che partirà il 16 ottobre in occasione del World Food Day. Tre spot che raccontano il percorso "al contrario" del cibo: dal cestino dei rifiuti alla nostra tavola e a ritroso fino alla sua origine, accanto a consigli pratici per evitare inutili sprechi.

Si tratta di una campagna integrata multimediale, che non interesserà solo le reti televisive ma anche quelle radiofoniche nonché i portali web e tutte le attività digital del gruppo. Sarà dedicata anche a dipendenti e collaboratori Mediaset attraverso manifesti, tovagliette per i vassoi e pannelli dedicati ai punti di ristoro aziendali a Milano e Roma.

 

L'iniziativa "Mediaset ha a cuore il futuro" dà continuità all'impegno che l'azienda porta avanti con i suoi programmi. Un modo concreto per mettere al servizio della comunità le competenze e la forza comunicativa di Mediaset e attirare l'attenzione su emergenze del Paese o problematiche talvolta trascurate.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali