FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento
Speciale Elezioni

Elezioni, per la seconda volta si voterà col Rosatellum, ma in Parlamento ci saranno 345 posti in meno | Ecco come funziona la legge

Prevede un sistema misto: un terzo dei seggi di Camera e Senato vengono eletti con un sistema maggioritario, i restanti due terzi con un sistema proporzionale

Legge elettorale, come funziona il Rosatellum

Il 25 settembre andremo a votare con la legge elettorale Rosatellum, la stessa utilizzata nel 2018.

Rispetto a quattro anni fa, però, grazie al taglio fortemente voluto dai Cinque Stelle, il numero dei parlamentari da eleggere sarà minore: 400 per la Camera (non più 630) e 200 per il Senato (non più 315). Vediamo dunque come funziona la legge con cui voteremo.

 

Il Rosatellum - Il Rosatellum è stato approvato nel 2017 e prende il nome dal suo relatore, Ettore Rosato. Prevede un sistema misto: un terzo dei seggi di Camera e Senato vengono eletti con un sistema maggioritario (in collegi uninominali), i restanti due terzi con un sistema proporzionale (divisi in base ai risultati percentuali ottenuti). 

 

L'assegnazione dei seggi. Nel dettaglio, col taglio dei parlamentari, la norma prevede che 147 dei 400 seggi della Camera e 74 dei 200 del Senato vengano assegnati negli uninominali. Partiti e coalizioni possono presentare solo un candidato e vince chi prende un voto in più. Discorso diverso è per la restante quota (245 seggi alla Camera e 122 al Senato) eletta con il proporzionale, dove ogni forza peserà il proprio consenso. I seggi mancanti (8 per Montecitorio e 4 per Palazzo Madama) sono quelli destinati agli eletti all'estero.

 

Soglia di sbarramento - Per accedere in Parlamento è fissata una soglia d'ingresso del 3%, sia al Senato che alla Camera. Soglia che per le coalizioni sale al 10% su base nazionale.

 

TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali