FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento
Speciale Elezioni

Elezioni, il centrodestra chiude la campagna a Roma | Meloni: "Presidenzialismo anche senza la sinistra"

Tutti i leader della coalizione hanno parlato in una Piazza del Popolo gremitissima: "Governeremo 5 anni"


 manifestazione centrodestra  
Ansa

Il centrodestra unito chiude la campagna elettorale a Roma in una affollata Piazza del Popolo sicuro di vincere e di "governare bene per i prossimi 5 anni", come promette Matteo Salvini.

E Giorgia Meloni alza la posta sul presidenzialismo: "Se gli italiani ci daranno la maggioranza - osserva dal palco - faremo una riforma in senso presidenziale e saremo felici se la sinistra vorrà darci una mano, ma se gli italiani ci daranno i numeri noi lo faremo anche da soli". "Sono qui perché siamo uniti, noi siamo la maggioranza vera del Paese - dice

Silvio Berlusconi

-. In ogni turno elettorale, nelle amministrative, europee e politiche abbiamo avuto sempre la stessa risposta: l'Italia non vuole essere governata dalla sinistra".

 


La manifestazione del centrodestra a Roma: Berlusconi, Salvini e Meloni di nuovo insieme su uno stesso palco

Ecco le immagini della manifestazione del centrodestra, per la chiusura della campagna elettorale, in piazza del Popolo a Roma. Silvio Berlusconi, leader di Forza Italia, Matteo Salvini, della Lega, e Giorgia Meloni, di Fratelli d'Italia,  sono di nuovo insieme su uno stesso palco dopo due anni. L'ultima volta era il 24 gennaio 2020 e i tre erano in piazza del Popolo a Ravenna, prima delle Regionali in Emilia-Romagna. 

Leggi Tutto Leggi Meno


 


 


Dal palco di Piazza del Popolo la coalizione si mostra dunque unita. Apre la serata il

leader di Forza Italia

: prima ricorda i meriti dei suoi governi, quindi sottolinea come il centrodestra sia "la maggioranza vera del Paese". In ogni elezione, sottolinea, "c'è stata sempre la stessa risposta: l'Italia non vuole essere governata dalla sinistra". Riprendendo poi un tema a lui sempre caro,

Berlusconi

ha sottolineato come "tra gli oltre 70 governi della storia della Repubblica, noi siamo stati i soli a non mettere le mani nelle mani nelle tasche degli italiani, a non aumentare le tasse e ad abbassare la pressione fiscale sotto il 40%. Oggi è al 44%".


 



 


Maurizio Lupi

, leader di

Noi Moderati

, sfida la sinistra perché "non dia più patenti di democrazia". Ancora più duro con il leader del Pd è Matteo Salvini: "A sinistra insultano, minacciano e fanno grandi viaggi all'estero. Letta, visto che non lo vota nessuno in Italia, è dovuto andare a Berlino a farsi incoraggiare. La prossima settimana lo mandiamo a Parigi". Quindi parla delle sue prospettive al governo: "Chi sceglie la Lega - aggiunge - dà fiducia a un 49enne che è a processo e rischia 15 anni di carcere perché ha bloccato lo sbarco di clandestini: l'ho fatto e non vedo l'ora di tornare a farlo da Premier o da umile servitore dello Stato. Andiamo a vincere e per 5 anni governiamo insieme. Si mettano il cuore in pace a Berlino, Parigi e Bruxelles, votate voi".


 



 


Il gran finale è tutto per la

leader di Fratelli d'Italia

. Per lei cori "Giorgia Giorgia", qualche fumogeno e tantissime bandiere di Fratelli d'Italia nel momento della presentazione da parte dell'attore Pino Insegno. E subito va a testa bassa contro gli avversari: "Quando è arrivata la democrazia la sinistra ha perso la testa, è una sinistra rabbiosa, violenta che - attacca

Giorgia Meloni

- ha il terrore di perdere il suo consolidato sistema di potere". La Meloni ha anche affrontato il tema pandemia. "Ci temono quelli che con le scuse più varie hanno controllato sempre di più la vita degli italiani. Libertà. E vale anche per come affrontare l'eventuale ritorno di una pandemia: non accetteremo più che l'Italia sarà il Paese dove sperimentare l'applicazione del modello cinese a un Paese occidentale. Non piegheremo più le nostre libertà fondamentali a questi apprendisti stregoni. Difenderemo il diritto alla salute insieme ai valori fondamentali della nostra civiltà". 


 


Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali