FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Reddito di cittadinanza, 400mila famiglie non lo avranno nel mese di ottobre

La legge stabilisce che deve trascorrere un mese di sospensione prima che la card venga riattivata a chi lʼaveva ricevuta immediatamente dopo averla richiesta

Ottobre rischia di essere un mese molto complicato per un milione di persone. Circa 400mila famiglie in Italia, infatti, saranno costrette a rinunciare al reddito di cittadinanza. Si tratta dei percettori della prima ora, quelli che avevano ottenuto immediatamente la card. Ora, per beneficiare ancora del prezioso aiuto economico, dovranno aspettare 30 giorni: la legge, infatti, stabilisce che deve trascorrere un mese di sospensione prima che la card venga riattivata.

Un mese senza il sussidio, quindi, per 400mila famiglie. Uno stop che rischia di complicare non poco la vita di chi, nei precedenti diciotto mesi, aveva potuto contare su una entrata economica fondamentale. Uno stop che sa anche di beffa, visto che nel mentre è subentrato il Covid-19, che ha portato il governo a varare ulteriori forme di aiuto per diverse famiglie di italiani sotto forma di bonus. Bonus che, però, non hanno mai riguardato coloro che già percepivao il reddito di cittadinanza.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali