FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Melegatti, asta deserta: addio al marchio storico

Lo scorso maggio era stato dichiarato il fallimento, nessuno si è fatto avanti per rilevare il gruppo

Melegatti, asta deserta: addio al marchio storico

Addio a Melegatti, storico marchio del pandoro brevettato a Verona. Per il primo Natale negli ultimi 124 anni, sotto gli alberi di luci e colori non vedremo il logo del gruppo, il cui fallimento era stato dichiarato lo scorso maggio. L’asta per rilevare l’azienda è infatti andata deserta: nessuno si è fatto avanti. Nonostante i gruppi interessati non mancassero, alle 12 del 27 luglio - orario e data di scadenza per le offerte - nessuna proposta è stata presentata.

Come riporta L’Arena, il tribunale adesso potrebbe dare il via libera a una nuova asta, ma se questo non dovesse succedere si dovranno seguire i tempi della procedura fallimentare, la verifica dello stato passivo, il programma di liquidazione e la vendita. Tempi indubbiamente lunghi. Per l’azienda che dal 1984 produce i pandori che a Natale troviamo sulle nostre tavole è così svanita la speranza di far ripartire lo stabilimento di San Giovanni Lupatoto e avviare la campagna natalizia.

I dipendenti - Ultimamente, nell’azienda lavoravano 11 dei 50 dipendenti. Anche i pochi rimasti temono la cassa integrazione; la loro sorte è legata indissolubilmente a quella dell'azienda.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali