FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

M5s, lettera di 58 parlamentari a Crimi e Di Maio: "No alla riforma del Mes"

Lunedì lʼEurogruppo aveva dato lʼok con il parere favorevole dellʼItalia. Il 9 dicembre ci sarà il voto in Parlamento: il centrodestra è contro

No alla riforma del Mes. Lo hanno scritto nero su bianco 16 senatori e 42 deputati pentastellati in una lettera inviata ai vertici del M5s, in vista del voto del 9 dicembre in Parlamento. La lettera è indirizzata al capo politico Vito Crimi, al ministro degli Esteri Luigi Di Maio, al sottosegretario alla presidenza del Consiglio Riccardo Fraccaro e ai capigruppo di Montecitorio e Palazzo Madama. Lunedì l'Italia aveva tolto il veto alla riforma in Ue.

I firmatari della lettera sono: Berardini, Berti, Cabras, Cancelleri Azzurra, Carabetta, Colletti, Corda, Costanzo, De Carlo, De Girolamo, De Lorenzis, Di Stasio,. Emiliozzi, Fantinati, Ficara, Forciniti, Frusone, Giuliodori, Grillo, Grimaldi, Invidia, Lombardo, Maniero, Martinciglio, Megna, Olgiati, Parisse, Raduzzi, Rizzo, Romaniello, Sapia, Scanu, Sodano, Spessotto, Suriano, Tuzi, Vallascas, Vianello, Villani, Villarosa, Volpi, Zanichelli. I senatori firmatari sono, stando a quanto si legge nel testo: Abate, Angrisani, Corrao, Croatti, Crucioli, Di Micco, Granato, Guodolin, Lannutti, Lezzi, Mininno, Morra, Romano, Russo, Trentacoste, Vanin. 

 

"Consci delle diverse posizioni nella maggioranza, che non vogliamo in nessun modo mettere a rischio - hanno spiegato i parlamentari -, chiediamo che nella prossima risoluzione parlamentare venga richiesto che la riforma sia subordinata alla chiusura di tutti gli altri elementi (EDIS e NGEU) delle riforme economico-finanziarie europee in ossequio alla logica di pacchetto, o in subordine, a rinviare quantomeno gli aspetti più critici della riforma del Mes".

 

"Anche lo scorso anno si dava tutto per chiuso - si legge ancora nella lettera - ma siamo riusciti nel nostro intento, ora è il momento di non arretrare su posizioni che non sono nostre. Ciò è ancora più vero in un momento storico in cui serve reale integrazione europea e spirito di solidarietà fra i Paesi dell'Eurozona, piuttosto che il potenziamento di istituzioni intergovernative esterne alle istituzioni comunitarie. In difetto, l'unico ulteriore passaggio che i parlamentari del Movimento 5 Stelle avrebbero per bloccare la riforma del Mes sarebbe durante il voto di ratifica nelle due Camere". 

 

Pur avendo sottolineato quindi di "non voler mettere a rischio la maggioranza", i parlamentari chiedono che nella risoluzione che sarà votata in Parlamento la riforma sia "subordinata" alla logica del pacchetto. "In difetto - hanno aggiunto - l'unico ulteriore passaggio che i parlamentari del Movimento 5 Stelle avrebbero per bloccare la riforma del Mes sarebbe durante il voto di ratifica nelle due Camere".

 

I parlamentari di Camera e Senato si riuniranno quindi venerdì 4 dicembre, in vista del Consiglio europeo del 10-11 dicembre, ma anche per discutere proprio della questione Mes. In attesa del voto in Parlamento, il centrodestra ha già chiarito che voterà contro la riforma del Meccanismo di stabilità.

 

Come lʼEuropa si è organizzata per aiutare gli Stati membri

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali