FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Istat: "Nel 2017 Pil Italia +1,5%, è il rialzo massimo dal 2010"

La pressione fiscale è scesa al 42,4% del Pil, in calo rispetto al 42,7% dellʼanno precedente

Il Pil italiano ha registrato nel 2017 un aumento dell'1,5%, rialzo massimo dal 2010 (+1,7%). Lo comunica l'Istat, rivedendo al rialzo la stima basata sulla media dei quattro trimestri (+1,4%). Rispetto al 2016, quando la crescita è stata dello 0,9%, l'accelerazione è netta. La pressione fiscale è scesa nel 2017 al 42,4% del Pil, in calo rispetto al 42,7% dell'anno precedente.

Deficit 2017 scende all'1,9% - Il rapporto deficit-Pil nel 2017 è sceso all'1,9%, a fronte del 2,5% dell'anno precedente. Il dato è inferiore alle indicazioni del governo, che nell'aggiornamento al Def prevedeva un deficit al 2,1% del Pil. Il risultato del 2017, il migliore da 10 anni, non include, spiega l'Istat, la contabilizzazione degli effetti dei salvataggi delle banche venete: "per definirli si attende la valutazione di Eurostat, richiesta con procedura formale", sottolinea l'Istituto di statistica.

Bene industria e costruzioni, crolla agricoltura - Nel 2017 tra i settori dell'economia italiana, è aumentato il valore aggiunto dell'industria in senso stretto (+2,0%), delle attività dei servizi (+1,5%) e delle costruzioni (+0,8%). L'Istat evidenzia invece un calo deciso, pari a -4,4%, per agricoltura, silvicoltura e pesca. Per quanto riguarda i flussi con l'estero, import ed export hanno viaggiato sostanzialmente in parallelo: le esportazioni sono aumentate del 5,4% e le importazioni del 5,3%. E' comunque la domanda interna ad aver dato la maggiore spinta alla crescita, contribuendo per 1,5 punti percentuali all'aumento del Pil (1,3 al lordo delle scorte), mentre la domanda estera netta ha contribuito per 0,2 punti.

Padoan: "Dati importanti frutto del lavoro fatto" - "Con i dati 2017 l'Istat ci dice cose importanti sul frutto del lavoro di questi anni: Pil +1,5 (massimo dal 2010), deficit in calo all'1,9%, debito in calo al 131,5%, tasso di occupazione 51,8% (ai massimi dal 2008)". Lo afferma su Twitter il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, commentando gli ultimi dati Istat.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali