FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

I prezzi delle case sono scesi quasi del 16% rispetto al 2010

A rendere noto il dato è uno studio dell’Istat: il calo è attribuibile alle abitazioni già esistenti, i cui prezzi sono diminuiti del 22% circa. “Dati allarmanti” commenta Confedilizia

I prezzi delle case sono scesi del 15,8% rispetto al livello medio del 2010. L’Istat nella sua ricerca ha preso in esame il secondo trimestre annuale, constatando la forte riduzione. Il calo però è attribuibile esclusivamente alle vecchie abitazioni secondo l’istituto di ricerca, i cui valori sono scesi del 22,1%, con il mercato che premia invece le nuove costruzioni, dove si registra un aumento dello 0,8% del valore.

"I nuovi dati dell’Istat sul mercato immobiliare sono allarmanti - commenta il presidente di Confedilizia Giorgio Spaziani Testa - Nell’ultimo anno, i prezzi delle abitazioni esistenti sono diminuiti di un ulteriore 0,7%, con dei picchi negativi un tempo impensabili come il meno 2,2% di Roma, dove crollano persino i prezzi delle case nuove (meno 5,5%). Bisogna inoltre considerare lo sterminato patrimonio di immobili ormai privi di qualunque valore in quanto impossibili da vendere o da affittare", conclude.

Il mercato immobiliare italiano rimane comunque su livelli stabili, con un incremento annuo del 5,6% (registrato sempre nel secondo trimestre) per quanto riguarda le compravendite degli immobili. In particolare, i prezzi delle abitazioni nuove, il cui peso sull'indice generale dell’Istat è poco più di un quinto, aumentano dell’1,3% mentre quelli delle abitazioni esistenti diminuiscono dello 0,9%.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali