FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Cresce la tensione sull'Ucraina, le Borse chiudono in rosso: Milano -4%

A pesare sono anche i timori di una stretta della Fed sulla politica monetaria. L'Europa brucia 386 miliardi mentre Wall Street recupera e chiude col segno più

I mercati europei chiudono in rosso per colpa dell'escalation sulla crisi in Ucraina, con gli Usa che stanno valutando l'ipotesi di inviare soldati e mezzi da guerra nei Paesi dell’Europa dell'est. Pesano inoltre i timori di una stretta della Fed che potrebbe condizionare le scelte delle altre banche centrali. A Piazza Affari il Ftse Mib perde il 4,02% a 25.972 punti.

Se Milano ha messo a segno la peggior performance del Vecchio Continente, i venti di guerra che soffiano sull'Est (e il sell-off innescato dai timori dell'inasprimento della politica monetaria da parte della Fed) hanno però affossato anche le altre Piazze europee: Parigi ha perso il 3,97%, Francoforte il 3,81%, Londra il 2,66%.

 

Il "lunedi' nero" delle Borse europee è costato alle Piazze del Vecchio Continente 386 miliardi di euro di capitalizzazione: l'indice Stoxx 600, che riunisce i principali titoli quotati in Europa, ha chiuso in calo del 3,6%.

 

Wall Street, invece, recupera chiude positiva dopo una seduta trascorsa per la maggior parte in profondo rosso con perdite vicine al 4%. La svolta nelle ultime due ore, con i listini che hanno ritrovato slancio, recuperato le perdite e girato in positivo. Il Dow Jones chiude così in rialzo dello 0,30% a 34.466,67 punti, il Nasdaq avanza dello 0,63% a 13.855,13 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dello 0,33% a 4.4012,33 punti.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali