FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Bamboccioni, ecco il nuovo identikit: hanno un lavoro e vivono al Nord

Lo dice unʼindagine pubblicata dalla Banca dʼItalia: giovani-adulti che, pur potendo permettersi di lasciare casa, scelgono di rimanere con mamma e papà per non perdere il tenore di vita a cui sono abituati

Bamboccioni, ecco il nuovo identikit: hanno un lavoro e vivono al Nord

I bamboccioni italiani abitano al Nord, provengono da famiglie con reddito alto e spesso hanno un lavoro. Giovani-adulti che, pur potendo permettersi di lasciare casa, scelgono di rimanere con mamma e papà perché è più conveniente e per non perdere il tenore di vita a cui sono abituati. E' ciò che emerge da una nuova indagine pubblicata dalla Banca d'Italia.

Secondo gli ultimi dati dell'Organizzazione per la cooperazione economica e lo sviluppo circa l'80% di giovani italiani vivono ancora in casa con i genitori. Tra i paesi sviluppati è la percentuale più alta.

Il solco diventa significativo se confrontiamo la tendenza italiana con quella statunitense. Prendiamo come paramentro i nati tra il 1970 e il '74: tra i 15 e i 19 anni il 15% degli americani era già andato via di casa, in Italia solo 5%. All'età di 29 anni l'80% degli statunitensi viveva già da solo, gli italiani erano il 59%. Dall'indagine è emerso inoltre che circa il 13% dei 40enni italiani è ancora a casa con i genitori.

L'Italia primeggia pure nel confronto con altri Paesi europei. Benché anche in Paesi come Spagna e Portogallo si registra la tendenza dei giovani a vivere con i genitori, l'Italia rimane comunque al primo posto con i suoi 83% di ragazzi tra i 20-24 anni che sono in casa con mamma e papà.

Secondo l'analisi, molti di questi giovani-adulti hanno un lavoro, vivono al Nord e hanno alle spalle una famiglia con reddito alto. Per loro il sostegno dei genitori rappresenta un aiuto prezioso senza il quale perderebbero il tenore di vita a cui sono abituati. In questa situazione pesa il costo delle abitazioni e la scarsa offerta di lavoro. Infatti benché al Nord ci siano più opportunità lavorative e salari più alti, rispetto che al Sud, le condizioni sono comunque precarie e gli affitti alti costringerebbero i ragazzi a fare delle rinunce che, a quanto emerge, non intendono fare.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali