FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Attacco del M5s a Landini: "Sindacalista anti-lavoratori" | Cgil: "Pentastellati non mantengono le promesse"

Per il sindacato il M5s "non parla delle troppe "gaffe" (o "favori") di un esecutivo a trazione leghista che fa condoni, blocca opere pubbliche, divide il Paese, è assente nelle grandi vertenze"

Attacco del M5s a Landini: "Sindacalista anti-lavoratori" | Cgil: "Pentastellati non mantengono le promesse"

Scontro tra il M5s e la Cgil. A iniziare i pentastellati che prendono di mira il segretario Landini. "Landini chi??? Quel sindacalista che fa politica andando contro un governo che difende i lavoratori?. Non ci sono più parole per descriverlo. Landini invece di tutelare i lavoratori e portare avanti battaglie per i cittadini, sapete cosa fa? Si oppone alle politiche del Movimento". La Cgil: "M5s tradisce il lavoro e non mantiene le promesse".

Dopo aver mantenuto le promesse su reddito di cittadinanza e quota 100 "siamo già concentrati sul salario minimo e - si legge ancora nel blog - ci piacerebbe sapere: Landini lo sa o fa finta di non sapere che ci sono italiani che vengono sfruttati dai propri datori di lavoro? Landini lo sa o fa finta di non sapere che ci sono italiani che percepiscono uno stipendio da fame da 2-3 euro l'ora? Noi vogliamo mettere la parola fine a questo schifo". Un "sindacalista che ci tiene veramente ai diritti dei cittadini dovrebbe sostenere con il massimo impegno questi provvedimenti e invece Landini urla e fa comizi".

Sul blog Landini viene anche accusato di avere citato dati "del 2018" sulla povertà, "antecedenti all'erogazione del reddito di cittadinanza" quindi, si legge, "l'ennesima fake news". "C'è poco da fare - prosegue il post - sembra proprio uno di quei politici 'vecchio stampo', uno di quelli che spara balle ai cittadini dalla mattina alla sera. Questi individui non hanno ancora capito che quell'epoca è finita. Adesso con il Movimento 5 Stelle al governo le cose sono cambiate, perché i cittadini vanno trattati con grande rispetto".

"La cosa più assurda - si legge ancora - è che certi sindacalisti non sanno nemmeno come si vive in difficoltà. E poi diciamolo chiaramente: per troppi anni i sindacati hanno avuto un potere infinito. Se ti iscrivevi al sindacato avevi spesso la possibilità di fare carriera. E non per meriti. Adesso sapete perché si oppongono al Movimento e a tutto quello che sta facendo Luigi Di Maio tramite il suo ministero? Perché hanno paura di perdere il potere che hanno detenuto in tutti questi anni. Un potere che è servito a mantenersi poltrone e privilegi. Comunque cari sindacalisti andate pure in vacanza, ci pensiamo noi a tutelare i diritti dei lavoratori. Avanti con la legge sul salario minimo".

M5s: "Noi contro le pensioni d'oro, voi le prendete" - "Dove trova il coraggio di attaccarci la Cgil non si capisce. Anzi, ve lo diciamo noi: noi combattiamo per difendere i lavoratori ogni giorno, proponiamo il salario minimo orario già presente in quasi tutti i Paesi europei e la Cgil che fa? Si mette di traverso, solo per paura di perdere il loro potere. Noi combattiamo le pensioni d'oro e loro le prendono. Escano da quei salotti dove sono rinchiusi, vadano in piazza ma tra la gente, non tra i loro amici e si facciano un esame di coscienza".

Cgil: "M5s tradisce lavoro e non mantiene le promesse" - Non si è fatta attendere la risposta del sindacato. Il M5s "non parla delle troppe 'gaffe' (o 'favori') di un esecutivo a trazione leghista che fa condoni, blocca opere pubbliche, divide il Paese, è assente nelle grandi vertenze". Così su Twitter il portavoce del segretario generale della Cgil. "Non parliamo - si legge ancora - delle promesse non mantenute o tradite: ripristino dell'articolo 18, diminuzione del precariato, diminuzione della povertà, diminuzione del subappalto (aumentato)".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali