FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

> Tgcom24 > Economia > Cipro, c'è l'accordo: accettate condizioni Ue
24.3.2013

Cipro, c'è l'accordo: accettate condizioni Ue

Salvi i depositi sotto i 100mila euro. Bancomat bloccati: prelievi non oltre i 100 euro al giorno

01:58 - Il presidente cipriota Nicos Anastasiades e i rappresentanti europei hanno raggiunto un accordo per il salvataggio dell'economia di Nicosia: salvi i depositi sotto i 100mila euro, congelati tutti gli altri. Intanto nel Paese, senza alcun preavviso ai clienti, la Laiki Bank, il secondo istituto di credito di Cipro, ha tagliato l'importo del contante che è possibile ottenere dagli sportelli automatici. Si è passato dai 260 euro fino a soli 100 euro.
L'accordo sul salvataggio del Paese è stato raggiunto nell'Eurogruppo che si è tenuto a Bruxelles alla presenza del presidente cipriota Nicos Anastadies, dei presidenti del Consiglio Ue Van Rompuy, della Commissione Barroso, della Bce Draghi, dell'Eurogruppo Dijsselbloem e del direttore del Fmi Christine Lagarde.

Fonti Ue: "Raggiunto l'accordo" - Secondo fonti europee, nel corso del vertice il presidente Anastasiades avrebbe dato l'ok al piano proposto dalla Ue che prevede la risoluzione della Laiki bank. L'istituto bancario sarà chiuso attraverso un processo controllato e i suoi asset finiranno in una 'good bank' e in una 'bad bank'.

Salvi i depositi sotto i 100mila euro - Per i depositi sotto i 100mila euro scatterà la garanzia europea, quindi saranno salvi. Inoltre, non ci sarà alcuna tassa o prelievo sui depositi, ma un'altra forma di 'bail-in': si congelano cioè i depositi sopra i 100mila euro, che verranno poi convertiti probabilmente con obbligazioni dello Stato. Questo tipo di 'bail-in' dovrebbe riguardare anche la Bank of Cyprus, ma i dettagli deve definirli l'Eurogruppo in corso.

Anastasiades a Ue: "Volete le mie dimissioni?" - Nel corso del vertice non sono mancati gli attimi di tensione. "Volete costringermi alle dimissioni?", avrebbe detto il presidente cipriota Nicos Anastasiades rivolgendosi ai negoziatori europei a Bruxelles secondo quanto riportato dai media ciprioti. "Vi propongo una cosa e la rigettate, ve ne propongo un'altra e la rigettate, che volete che faccia? Se volete le mie dimissioni, ditelo", avrebbe ribadito.
OkNotizie
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile