FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Edilizia più green grazie alla frutta

Un gruppo di chimici e ingegneri del KTH Royal Institute of Technology di Stoccolma ha sviluppato un materiale trasparente a base di legno in grado di comportarsi come una batteria termica, grazie a un mix di molecole del limone e del cocco

Edilizia più green grazie alla frutta - foto 1
Unsplash

Che sapore ha la sostenibilità? Secondo alcuni ricercatori svedesi, quello del cocco e del limone. O almeno questi sono gli ingredienti usati per un nuovo prototipo di materiale da costruzione trasparente e a basso impatto ambientale.

Una tecnologia a base di legno sviluppata da un gruppo di chimici e ingegneri del KTH Royal Institute of Technology di Stoccolma e che è caratterizzata da ottime capacità di stoccaggio del calore. Il gruppo ha prodotto un primo pannello spesso un centimetro e lo ha presentato sulle pagine della rivista scientifica Small. L’obiettivo è rendere le pareti dell’edificio dei componenti attivi in grado di rinfrescare o riscaldare gli interni. Le cose diventerebbero così delle vere e proprie batterie termiche sostenibili.

Questo speciale “legno trasparente” non è in realtà una novità. Più volte il modello è stato ripreso da università americane e svedesi.  Il team del KTH ha però migliorato le sue proprietà, dandogli la capacità di assorbire e rilasciare calore. Inizialmente venivano utilizzati polimeri di origine fossile. Il centro svedese è invece riuscito ad alleggerire ulteriormente il peso ambientale di questo materiale. Così hanno trovato la chiave: un mix di legno e scarti della frutta, per replicare le funzionalità dei polimeri fossili.

 

Edilizia più green grazie alla frutta - foto 2
Unsplash

Questo il processo. Innanzitutto, viene rimossa la lignina dalle fibre del legno, in modo da creare dei minuscoli pori. In questo stadio il materiale non è più marrone, ma diventa bianco. A questo punto viene riempito con una molecola a base di agrumi e una ottenuta dall’olio di cocco. La prima ripristina la forza del legno (venuta meno perdendo la lignina) e lo rende trasparente. Le molecole dell’olio di cocco lo fanno invece agire come un materiale a cambiamento di fase organico, funzionale per l’accumulo di calore latente.

In altre parole: le molecole del cocco possono passare da solido a liquido che assorbe energia, o da liquido a solido che rilascia energia. Nell’acqua questo tipo di trasformazione avviene a 0°C, nel legno trasparente a 24°C. In questo modo il materiale di origine naturale riesce a riscaldare o raffreddare l’ambiente. Una vera e propria batteria termica tra le pareti di casa. 

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali