FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

I casi della vita nel fumetto "Si chiamava Tomoji" di Jirô Taniguchi

Il ritratto di unʼadolescente sullo sfondo del Giappone rurale tra le due guerre: incontri occasionali e amori che possono durare per sempre

I casi della vita nel fumetto "Si chiamava Tomoji" di Jirô Taniguchi

In punta di piedi si entra nella vita di una ragazza dalla forza straordinaria, il cui cuore freme di speranza per il futuro. Questa ragazza, tavola dopo tavola, diventa donna in un Giappone alle prese con le due guerre. Il suo nome è Tomoji e dà il titolo alla nuova opera a fumetti di Jirô Taniguchi, "Si chiamava Tomoji". Così, facendo un salto nella campagna giapponese agli inizi del XX secolo, la incontriamo a tredici anni, mentre torna a casa dopo la scuola. Da quella stessa casa è appena uscito Fumiaki Itô, 19 anni, che si allontana con la sua macchina fotografica in spalla. Il richiamo di un falco echeggia d'improvviso e gli occhi dei due giovani scrutano all'unisono l'azzurro terso tra le nuvole. Non sanno l'uno dell'altro, non sanno di essere così vicini, non sanno che da quel momento li unirà una sottile e inconsapevole connessione cerebrale. Le loro vite, infatti, si incroceranno sette anni dopo, e confluiranno in una delicata e dolcissima storia d'amore. Ispirandosi all'esistenza di due personaggi reali, e cioè i fondatori di un'importante branca religiosa del buddismo, l'ultimo lavoro della matita di Taniguchi ci immerge nell'atmosfera di quel lontano Giappone dai ritmi scanditi dalle stagioni e dal lavoro della terra.

Si chiamava Tomoji
di Jirô Taniguchi

pagine 176
euro 16
Rizzoli Lizard

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali