FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

"Io sono lʼitaliano", da Londra lo spot per celebrare la quarta lingua più studiata al mondo

Il video è realizzato dal regista Luca Vullo, che a Tgcom24 racconta la genesi del progetto: "Ho voluto creare uno spot non convenzionale per omaggiare la lingua più bella del mondo"

Musicale, armoniosa e seducente: sono le caratteristiche che hanno reso l'italiano la quarta lingua più studiata al mondo, dopo inglese, spagnolo e cinese. Lo rileva lo studio condotto da Ethnologue, pubblicazione dell'associazione americana SIL International. In onore della nostra lingua, il regista e produttore Luca Vullo ha realizzato uno spot dal titolo "Io sono l'italiano". A Tgcom24 racconta la genesi del progetto: "Ho voluto creare uno spot non convenzionale per celebrare quella che è indiscutibilmente, a mio avviso, la lingua più bella del mondo".

Per guardare il video clicca il link che compare nella schermata

"Protagonista del video - spiega Luca Vullo - è una ragazza bella e carismatica che impersonifica l'italiano e racconta pregi e peculiarità della nostra lingua. Ho scelto questa figura per dare un taglio particolare allo spot". La realizzazione del video, aggiunge, è stata voluta dal console generale Marco Villani e coordinata dall'Ufficio scolastico del Consolato italiano di Londra: "Mi hanno dato carta bianca", assicura.

"Per la produzione del video ho collaborato con artisti italiani residenti a Londra, ad eccezione del musicista che vive in Italia". Significativa la scelta della musica classica, che fa da colonna sonora per l'intera durata del corto: "E' fondamentale - sottolinea il regista - perché l'italiano è una lingua vicina al canto, non a caso il nostro Paese è la patria dell'opera lirica". Il video si conclude con un invito, praticamente irresistibile, da parte della ragazza che interpreta l'italiano: "E voi cosa aspettate a studiarmi?".

Luca Vullo è noto anche per il suo progetto "La voce del corpo" sulla comunicazione non verbale degli italiani che, da diversi anni, lo vede impegnato in workshop formativi presso prestigiose università internazionali, oltre a essere protagonista di spettacoli teatrali in collaborazione con le istituzioni e associazioni italiane all’estero, intraprendendo una intensa attività promozionale della lingua italiana che è stata riconosciuta istituzionalmente anche con il patrocinio del Consiglio Generale degli Italiani all'Estero.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali