FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Perù, rubano carrellino a cane disabile: online scatta la solidarietà

Sono arrivati oltre mille dollari dal popolo del Web per Chiquita, una randagina di Lima davvero sfortunata, condannata a strisciare senza più le sue rotelline. Ma la mobilitazione di tanti le darà un altro destino

Perù, rubano carrellino a cane disabile: online scatta la solidarietà

Ha il sapore di una fiaba di Natale la vicenda di Chiquita, una cagnolina randagia di Lima, paralizzata alle zampe posteriori, alla quale era stato rubato il carrellino che le permetteva di muoversi. La sua condanna era di strisciare per le strade della capitale peruviana, tra l'indifferenza generale. Ma a compiere il miracolo è stato un gruppo di volontari che l'ha consegnata alle cure di un veterinario e ha aperto una sottoscrizione online. E in un mese sono stati donati dai naviganti commossi dal suo video di presentazione oltre mille dollari. Somma che regalerà a Chiquita una nuova vita negli Usa.

Il passaparola online e la solidarietà scaturita da quel video di pochi secondi in cui si vedeva Chiquita, bastardina dal musetto imbiancato dagli anni e dall'asprezza della vita di strada, strisciare, perché privata del suo carrellino, le permetteranno una nuova vita negli Usa, in una casa tutta per lei nel Rhode Island.

Gli oltre mille dollari raccolti sono arrivati in poco tempo alla pagina dedicata alla triste storia di questa cagnolina invalida. La somma servirà per le cure e per il trasferimento nel canile di Boston, Usa, dove Chiquita potrà incontrare la sua nuova famiglia.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali