FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Lʼaquila simbolo dʼAmerica sfonda paraurti per la furia dellʼuragano Matthew

Il pennuto è rimasto incastrato nella griglia anteriore del veicolo. Dopo la chiamata al 911 sono intervenuti i poliziotti di Jacksonville, Florida, e gli addetti di un centro di recupero volatili

L'aquila dalla testa bianca è finita dallo stemma degli Usa nella griglia anteriore di un'auto. Colpa della furia dell'uragano Matthew che ha sferzato la Florida. L'ignaro proprietario della vettura non credeva ai suoi occhi quando è stato avvisato da un altro automobilista della presenza del pennato simbolo dell'America, conosciuto anche come aquila calva, incastrato sotto il paraurti. Alla chiamata al 911 hanno risposto i poliziotti di Jacksonville e gli addetti del centro recupero volatili B.e.a.k.s (Bird Emergency Aid and Kare Santuary).

Usa, lʼuragano Matthew fa finire lʼaquila dʼAmerica nel paraurti di unʼauto

Le operazioni per estrarre l'aquila sono state lunghe e complicate. Cynthia Mosling di Beaks ha riferito alla Cnn che l'aquila è un maschio adulto di almeno 7 anni.

L'animale ha rischiato molto, anche perché il proprietario dell'auto non si era accorto dell'accaduto e transitava ignaro nella città della Florida. Ad avvertirlo un automobilista che si era accorto, a un incrocio, che quell'aquila non era finto abbellimmento, ma muoveva la testa e andava salvata.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali