FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Danimarca, leone fatto a pezzi allo zoo davanti ai bambini

Lʼesemplare in gabbia a Copenaghen è stato ucciso perché in sovrannumero: giovedì 15 "lo show" della dissezione davanti a un gruppo di scolari. "Alto valore educativo", assicurano gli addetti

Danimarca, leone fatto a pezzi allo zoo davanti ai bambini
Un leone a Gemsbok Park

In principio fu la giraffa Marius, poi ratti, pinguini e un primo, secondo, terzo e quarto leone. Non si fermano allo zoo Odense di Copenaghen, in Danimarca, le lezioni di dissezione animale tenute davanti ai bambini delle scuole. Giovedì 15 ottobre toccherà a un altro leone, ucciso perché in soprannumero. "In gabbia, prima, a pezzi dopo", gridano gli animalisti, ma gli addetti dell'ente difendono la loro attività didattica: "Ha un valore altamente educativo".

La carcassa del re della foresta si trova in una cella frigorifera, pronta per essere dissezionata tra qualche giorno davanti a baby allievi. "Una lezione del genere sull'anatomia del leone mostra i bambini cosa lo rende un grande predatore. I piccoli sono così curiosi che quasi si infilano nella carcassa: è un'esperienza autentica e scientifica", spiega Michael Wallberg Sørensen, zoologo dell'Odense Zoo.

Già nel 2014 il giardino zoologico di Copenaghen finì nell'occhio del ciclone per l'uccisione e la pubblica dissezione della giraffa Marius: il paradosso è che i quattro leoni che si sono cibati delle sue parti, a distanza di poche settimane, hanno fatto la stessa fine.

Anche per l'ultimo, il quinto, in esubero come gli altri, non è stato possibile trovare un'altra collocazione: "Sono animali nati e cresciuti in cattività - sottolinea Sørensen, - non possiamo rimetterli in libertà e qui gli spazi sono pochi e angusti". Anche stavolta a nulla varrà la mobilitazione del Web per fermare la dissezione in diretta.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali