FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Facebook cambia il News Feed: i post degli amici avranno la priorità sui brand

Dopo lʼannuncio il titolo Facebook ha perso a Wall Street il 5%: gli investitori temono un possibile indebolimento del meccanismo della pubblicità

Facebook cambia il News Feed: i post degli amici avranno la priorità sui brand

Facebook sta cambiando il meccanismo con il quale visualizziamo nella nostra bacheca un contenuto piuttosto che un altro: a descrivere le novità in arrivo è stato lo stesso fondatore e amministratore delegato del social, Mark Zuckerberg: "Il nuovo News Feed darà la precedenza alle interazioni sociali sensate piuttosto che ai contenuti rilevanti". Nella sostanza insomma, la piattaforma mostrerà ai suoi utenti molti meno post di aziende e di editori, per privilegiare quelli degli amici.

L'impatto in borsa - Dopo l'annuncio il titolo Facebook ha perso a Wall Street il 5%. L'arrivo del nuovo News Feed era già stato annunciato in estate ma allora l'ipotesi non aveva preoccupato i mercati, che adesso temono un possibile indebolimento del meccanismo della pubblicità che ha fatto la fortuna di Zuckerberg.

Le novità per gli utenti - Il cambiamento darà piu' peso alle interazioni sociali e alle relazioni e secondo il product manager News Feed dell'azienda, John Hegerman si tratta  di "un grande cambiamento" che avrà una immediata conseguenza: "Le persone in effetti passeranno meno tempo su Facebook, ma ci sentiamo bene a riguardo perché ciò renderà il tempo che ci spendono più prezioso, e questo in definitiva sarà un bene per il nostro business".

Il progetto di  Mark Zuckerberk - Per fare un esempio del funzionamento del nuovo algoritmo, un video girato in famiglia sarà considerato più meritevole di attenzione della dichiarazione di una star o dell'aggiornamento su un ristorante. "Quando lo introdurremo, vedrete meno contenuti pubblici come post delle aziende, dei brand o dei media", ha spiegato il fondatore della social network, Mark Zuckerberk direttamente sulla sua pagina Facebook, "e i contenuti pubblici che vedrete si atterranno allo stesso standard, che dovrebbe incoraggiare interazioni significative tra le persone".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali