FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Fabio Rovazzi tra musica e cinema: "Con Fedez idee diverse, ora Faccio quello che voglio"

Lo youtuber presenta a Tgcom24 il nuovo singolo con la partecipazione di Al Bano, Emma e Nek

"Sono brutto e non so cantare, così ho pensato di rubare le cose che mi mancano: la voce e la bellezza". Fabio Rovazzi dopo un lungo periodo di silenzio in cui ha detto addio a Fedez ("gli sarò sempre grato ma avevamo idee differenti" ndr) torna con il nuovo singolo "Faccio quello che voglio" il 13 luglio che si candida subito a diventare tormentone dell'estate. Il ritornello rimane impresso e il videoclip è un cortometraggio, di 9 minuti e mezzo. "Ora sogno un film scritto, diretto e interpretato da me", racconta a Tgcom24.

Fabio Rovazzi, le foto del backstage del videoclip "Faccio quello che Voglio"

Con la partecipazione di Al Bano, Emma e Nek, il brano punta molto sul video che entra a far parte della serie in musica cominciata con "Volare" e che avrà un terzo capitolo. Si riparte proprio da Gianni Morandi che davanti a una canna da pesca svela un segreto a Rovazzi, in piena crisi creativa. Ovvero l’esistenza di un caveau che custodisce la "pozione magica" in pillole e boccette. Fabio si fa quindi promotore di un piano diabolico, entra in banca e ruba le boccette contenenti il talento di alcuni artisti - nel video appaiono Al Bano, Carlo Cracco, Eros Ramazzotti, Fabio Volo, Rita Pavone, Massimo Boldi, Roberto Pedicini e Diletta Leotta - e si ritrova coinvolto in una rocambolesca fuga dalla polizia che lo fa finire dritto in carcere. A pagare la cauzione ci penserà Flavio Briatore.

Fabio, si intuisce subito che il video strizza l'occhiolino al cinema...
È vero. Sogno di dirigere un film tutto mio. Scritto, diretto e interpretato da me. Quando ho girato 'Il vegetale' mi sono innamorato di questo mondo, il prossimo step vorrei che fosse un film con la mia regia.

Per questo hai anche fondato una casa di produzione?
La Raw ha prodotto questo video. Quello che amo è il controllo di ciò che mi riguarda. Nella mia testa ho altri episodi e mi sposterò su altri mondi musicali.

Nel brano ci sono le voci di Emma, Nek e Al Bano: come è nata questa collaborazione?
Al Bano l'ho conosciuto a un concerto di Justin Bieber e con questo ho detto tutto... ha registrato la sua parte in 30 secondi ed era perfetta così. L'unico dubbio era sul ritornello, visto che ci sono due due voci diverse, ma in questo caso ha funzionato.

Diventerà un tormentone?
A me non interessa la gara dei tormentoni. Il pezzo è molto forte e mi basta.

Nel video ci sono molti vip, che fanno cose che non ci si aspetta...
I personaggi nel video sono lì proprio per stupire. Cracco ad esempio ha una parlata molto lenta, mi piaceva farlo rappare velocissimo. Mi piace il concetto di inaspettato...

Anche stavolta non hai infranto il "patto" con le famiglie, nessuna volgarità... qual è il messaggio che lanci con questo brano?
Che l'essere qualcun altro forse non ti porta a niente di buono. Tanto che finisco in prigione... in Italia abbiamo dei modelli sbagliati, quelli di fregare il prossimo e scappare da ciò che è giusto. "Gomorra" è nato per denuncia ed è stato elevato all'ennesima potenza... ecco non mi piace l'autodistruzione.

Impossibile non chiederti di Fedez, perché vi siete allontanati?
Non mi piace parlare dei fatti miei. Sarò sempre grato a Fedez per quello che ha fatto per me, per la spinta che mi ha dato all'inizio, per la mano che mi ha dato durante il mio percorso. Le amicizie nascono, crescono, corrono e a volte inciampano: in questo caso siamo inciampati perché abbiamo in mente delle idee differenti, io ho delle velleità totalmente diverse dalle sue. Spero che i rapporti si risanino con il tempo. Stop.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali

OGGI SU PEOPLE