FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Messico, preso (di nuovo) El Chapo GuzmanIl presidente Nieto: "Missione compiuta"

Il sanguinario re dei narcos preso a sei mesi dalla sua seconda fuga dal carcere. Nella sua carriera ha ucciso oltre 3mila persone

Messico, preso (di nuovo) El Chapo GuzmanIl presidente Nieto: "Missione compiuta"

A sei mesi dalla sua rocambolesca evasione via tunnel e moto sui binari, le autorità del Messico hanno ricatturato Joaquin "El Chapo" Guzman, re del narcotraffico in Messico. Lo ha annunciato il presidente messicano Enrique Pena Nieto. "Missione compiuta". Il narcotrafficante (una delle persone più ricche al mondo) era in un hotel nei pressi di Los Mochis. Si è detto colpevole di tremila omicidi

Messico, preso (di nuovo) El Chapo GuzmanIl presidente Nieto: "Missione compiuta"

Guzman era riuscito a fuggire (per la seconda volta) dal carcere di massima sicurezza di Altiplano nel luglio 2015. La sua è stata una incredibile fuga attraverso condotti sotterranei e un tunnel di un chilometro e mezzo scavato da complici. Di lui si persero immediatamente le tracce anche se un mese dopo la fuga, la Dea (Drug Enforcement Administration) aveva reso noto a Washington che probabilmente "El Chapo" si trovava nelle montagne di Sinaloa, forse addirittura a Badiraquato, dove era nato.

Ed è proprio su quelle montagne che a ottobre la polizia lo aveva scovato e dove è riuscito nuovamente a sfuggire dopo un conflitto a fuoco. In quella occasione il capo del Cartello di Sinaloa era rimasto ferito al volto e a una gamba.

El Chapo, 58 anni, è stato classificato dalla rivista Forbes tra gli uomini più ricchi del mondo, ed è noto per la sua spietata violenza dichiarandosi colpevole di oltre 3mila omicidi. Per anni è stato alla guida del temibile cartello narco di Sinaloa.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali