FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Il Papa incontra a Cuba il patriarca di Mosca Kirill: storico faccia a faccia

Francesco e il capo della Chiesa ortodossa si vedranno allʼaeroporto de LʼAvana: "Oggi è un giorno di grazia", scrive su Twitter il Pontefice, che poi proseguirà il viaggio per il Messico - Richiesto atterraggio dʼemergenza, decollo ritardato di 45 minuti

Il Papa incontra a Cuba il patriarca di Mosca Kirill: storico faccia a faccia

Grande attesa per lo storico incontro tra il Papa e il patriarca russo Kirill. Il faccia a faccia, il primo della storia tra un capo della Chiesa di Roma e uno di quella ortodossa di Mosca, avverrà all'aeroporto de L'Avana, a Cuba. Successivamente il Pontefice riprenderà il viaggio che lo porterà in Messico. Su Twitter il messaggio di Francesco: "Oggi è un giorno di grazia. L'incontro con il Patriarca è un dono di Dio. Pregate per noi".

Il Papa incontra a Cuba il patriarca di Mosca Kirill: storico faccia a faccia

L'arrivo di Francesco all'aeroporto cubano è previsto per le 14 locali, le 20 in Italia. Alle 20.15, sempre nello scalo "Josè Martì", l'atteso incontro con il patriarca di Mosca e di tutte le Russie, che in questi giorni di trova in visita ufficiale nell'isola. Il colloquio a tu per tu nel salone d'onore dovrebbe durare circa due ore e sarà seguito, intorno alle 22.30 italiane, dalla firma di una dichiarazione comune e dai discorsi dei due capi religiosi.

Alle 23.10 il congedo tra Kirill e Francesco, quindi alle 23.30 la partenza del volo papale con direzione Città del Messico.

L'incontro formale con le autorità messicane è in programma per sabato, quando Bergoglio andrà anche al santuario mariano di Guadalupe, il più visitato al mondo, dove celebrerà la messa e renderà omaggio alla Vergine patrona delle Americhe.

Papa: "Viaggio tanto voluto da me e da Kirill" - Sull'aereo papa Francesco come di consueto si è recato a salutare i giornalisti che lo accompagnano sul volo papale. "E' un viaggio impegnativo, troppo serrato, ma tanto voluto: tanto voluto dal mio fratello Cirillo, da me e anche dai messicani". "L'altro giorno - ha raccontato -, incominciando l'udienza del mercoledì, la vostra decana messicana mi aspettava come per farmi entrare nel tunnel del tempo con tutti i film di Cantinflas (comico e attore messicano). E così sono entrato in Messico per la porta di Cantinflas. Il mio desiderio più intimo è fermarmi davanti alla Madonna di Guadalupe, quel mistero che si studia, si studia, si studia e non ci sono spiegazioni umane. Anche lo studio più scientifico dice: ma questa è una cosa di Dio. E questo è quello che fa dire ai messicani: 'Io sono ateo, ma sono guadalupano".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali