FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Coppia non svela il sesso del figlio/a di due anni: "Sceglierà quando cresce"

Stati Uniti: Kyl e Brent Myers seguono un metodo che hanno chiamato "gender creative". Nemmeno gli amici sanno se sia maschio o femmina: solo i parenti stretti ne sono a conoscenza...

Coppia non svela il sesso del figlio/a di due anni: "Sceglierà quando cresce"

Kyl Myers non vuole rivelare se è la madre di un maschio o di una femmina. Lei e il marito, Brent, vivono negli Stati Uniti e hanno scelto di crescere il/la loro figlio/figlia secondo un metodo "gender creative". L’idea è "liberarsi dagli stereotipi" e non sentirsi in dovere di far giocare il loro/la loro Zoomer con bambole e trucchi o di vestirsi di blu come i maschi. "Sarà lei/lui a scegliere in quale sesso riconoscersi, una volta che sarà in grado di esprimersi", fanno sapere i due.

Genere neutroQuando parlano a Zoomer usano il pronome they perché, spiega Kyl su Instagram, "in inglese può essere utilizzato anche per indicare il genere neutro”. Genere con il quale stanno crescendo il/la figlio/a: "Ho deciso di non assegnare un sesso a Zoomer", ha spiegato la madre alla versione inglese dell'Huffington Post. "Aspetterò che scelga da sola/o in quale dei due identificarsi, cosa che di solito succede attorno ai tre o quattro anni, quando la maggior parte dei bambini inizia a indicare se stesso con un pronome maschile o femminile". Nel frattempo, solo i parenti più stretti conoscono l'identità di genere di Zoomer.

Contro gli stereotipiI genitori non vogliono che Zoomer cresca limitata/o da una cultura fatta di stereotipi di genere. Quella, tradizionale, per cui le bambine si vestono di rosa e sognano di fare le ballerine, mentre i bambini giocano con le macchinine e vogliono diventare astronauti. Zoomer deve poter aspirare a entrambe le cose. "Tutto è per tutti", spiega sempre Kyl. "Compriamo vestiti unisex e quando andiamo insieme in un negozio, incoraggiamo Zoomer a scegliere gli indumenti che preferisce, sia dal reparto bambine che da quello per bambini”.

Il metodo "gender creative" I Myers definiscono così il loro metodo educativo, dove sviluppare la creatività di Zoomer è il loro primo obiettivo. Il principio non è evitare di regalare le bambole al piccolo/piccola, ma lasciare che esprima se stesso/a e scelga i giocattoli che preferisce. Kyl non dice mai a Zoomer "questo non è un giocattolo per bambini" o "questo non va bene per le bambine". Un sistema che si riflette anche nella gestione della casa: il papà e la mamma si dividono i compiti in base a quello che c’è da fare. Entrambi cucinano, entrambi puliscono ed entrambi portano a casa uno stipendio.

Non è per tuttiKyl e Brent si rendono conto di non aver scelto una strada tradizionale e che questo metodo non è adatto a tutti. Quando incontrano un altro bambino al parco, cercano di riferirsi a lui senza usare pronomi di genere, per evitare che Zoomer impari a giudicare una persona anche dal sesso al quale appartiene. Ma se i genitori del bimbo lo identificano con un "lui" o una "lei", si adeguano alle scelte di quella famiglia, nella consapevolezza che ognuno cerca di cresce il proprio figlio al meglio.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali