FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Cile, proteste contro il Papa: gruppo occupa nunziatura a Santiago

A tre giorni dal viaggio apostolico di Bergoglio, sono stati compiuti 4 attacchi contro chiese cattoliche nella capitale cilena

Un gruppo di manifestanti ha occupato la sede della nunziatura apostolica di Santiago del Cile per protestare contro la visita di Papa Francesco. "Qui il problema non è la fede, ma i milioni che si stanno spendendo per accogliere il Pontefice", ha detto Roxana Miranda, promotrice dell'iniziativa ed ex candidata presidenziale. A tre giorni dal viaggio apostolico di Bergoglio, sono stati compiuti 4 attacchi contro chiese cattoliche nella capitale cilena.

Sul suo profilo Twitter, Miranda ha pubblicato un video nel quale si vede come agenti delle forze di sicurezza cilene siano entrati nella missione diplomatica della Santa Sede di Santiago, malgrado i contestatori abbiano cercato di impedire loro l'accesso. Mezz'ora dopo, un nuovo messaggio ha informato che i manifestanti sono stati portati nell'ufficio dei carabinieri cileni nel quartiere di Providencia, insieme allo slogan "i soldi del fisco se li porta via Francisco".

Serie di attacchi contro chiese cattoliche - Sono almeno quattro gli attacchi contro chiese cattoliche compiuti in diverse zone di Santiago del Cile, per protestare contro la visita di Papa Francesco nel Paese, prevista dal 15 al 18 gennaio. Lo riferiscono media locali che citano fonti della polizia. In tre degli attacchi, le chiese hanno subito danni, soprattutto alle porte e alle facciate, mentre il quarto è stato neutralizzato dalla polizia.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali