FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Povertà, lʼItalia maglia nera in Ue: gli indigenti sono 7 milioni

In generale sono poveri soprattutto i genitori single (17,3% del totale Ue) e gli adulti senza compagno (11%)

Povertà, l'Italia maglia nera in Ue: gli indigenti sono 7 milioni

In Italia circa 7 milioni di persone sono costrette a vivere con "gravi privazioni materiali", definizione istituzionale di poveri. Lo rileva l'Eurostat, secondo cui l'11,5% della popolazione non può affrontare una spesa inaspettata, permettersi un pasto a base di carne ogni due giorni e mantenere una casa. Il tasso di povertà è decisamente più basso in Germania (5%) e in Francia (4,5%), mentre in Ue si attesta all'8,2%.

Nel 2015 in Europa il tasso di povertà è sceso a 8,2% sul totale dei cittadini europei, dal 9% del 2014. In totale, sono 41,092 milioni i poveri in Europa. L'Italia, invece, è passata dall'11,6% all'11,5%, ovvero un totale di 6,982 milioni di persone che vivono in conclamate condizioni di povertà. Per Eurostat, si tratta di persone che non possono affrontare una spesa inaspettata, permettersi un pasto a base di carne ogni due giorni, mantenere una casa.

Il numero è molto più basso in Germania (3,974 milioni), dove il tasso è appena del 5%, e anche in Francia (2,824 milioni al 4,5%), entrambi più popolosi del nostro Paese. In generale sono poveri soprattutto i genitori single" (17,3% del totale Ue) e gli adulti senza compagno (11%).

Poco meno della metà degli italiani (circa il 48%) non può permettersi la spesa di una settimana di vacanza lontano da casa. Il dato relativo al 2015, in lieve calo rispetto ai due anni precedenti, è peggiore di quelli della Polonia e della Spagna.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali