FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Marche: la cicerchia in festa a Serra deʼ Conti

Il legume della tradizione contadina locale fa riscoprire sapori e saperi in un antico borgo

Marche: la cicerchia in festa a Serra de' Conti

La cicerchia è la regina dei legumi poveri, ma ha un suo pubblico di estimatori e nel fine settimana è protagonista di una bella sagra a Serra de' Conti, in provincia di Ancona: la "Festa della cicerchia", in programma da venerdì 25 a domenica 27 novembre, per scoprire le radici della cultura contadina di questo grazioso borgo. Il centro storico, uno dei meglio conservati di tutte le Marche, ha un impianto duecentesco ed è racchiuso entro una cinta muraria dominata da dieci torrioni. La sagra è l'occasione ideale per scoprirlo, in un giusto mix di cultura del cibo, riflessione sulla biodiversità nell'agroalimentare e gioiosa convivialità.

La cicerchia, considerata fino a pochi anni fa un legume in via di estinzione, è una piccola delizia che ha rivestito per anni un ruolo fondamentale nella cultura alimentare delle campagne marchigiane; oggi è diventata simbolo della centralità della terra ed elemento di identità delle terre del Verdicchio. E’ stata la tenacia degli agricoltori di Serra de’ Conti a consentire la salvaguardia di un prodotto originario del Medio Oriente, già apprezzato dai Greci e molto utilizzato dagli antichi Romani. Per i contadini di un tempo, la cicerchia era una garanzia per l’imminente inverno grazie al suo buon apporto proteico, superiore del 30% a quelle di ceci, piselli e lenticchie, con pochi grassi e molti amidi.

Anche ai giorni nostri è un ingrediente versatile e capace di regalare gusto a moltissime ricette, tutte riproposte in occasione della festa nelle antiche cantine, nelle grotte, nelle locande e nelle osterie di Serra de’ Conti. A fare da cornice alla cicerchia ci sono le altre specialità della tradizione marchigiana come zuppe, maltagliati, vincisgrassi, passatelli, pancotto, cresce di polenta, trippa alla canapina, scottiglia di cinghiale, coratellina d’agnello, fave in potacchio, guanciale saltato con aceto e salvia, ciambellone, vino di visciola, caldarroste e lupini, da annaffiare con ottime bottiglie di Verdicchio del territorio in un vero e proprio tripudio di colori e sapori. Non mancano produttori provenienti dalle zone terremotate delle Marche, mentre l’artigianato tradizionale mette in mostra lavori in legno e in vimini, pizzi e merletti, cucito e ricami, terrecotte e lavorazioni in vetro insieme ai prodotti gastronomici degli “agricoltori custodi”, dalla cipolla di Suasa alla favetta di Fratterosa, dai legumi di Appignano al miele, dalle tisane alle confetture, dal vino all’olio di oliva.

L’ospite d’onore di questa edizione è la Regione Calabria che contribuisce alla festa con alcune delle sue delizie più conosciute. Nei giorni della sagra è in programma anche un ricco calendario di eventi e di intrattenimento con artisti di strada, stornellatori e cantastorie presenti nelle vie e nelle piazze del centro. La festa diventa così un’occasione per legare storie e sapori, e per riportare alla memoria i valori del mondo contadino.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali