FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

A Shikoku, per scoprire l’anima vera del Giappone

Nell’isola si sono conservati i modi di vivere e le tradizioni più antiche dell’arcipelago nipponico

Shikoku è l’isola più piccola delle quattro principali che formano il Giappone e anche la meno popolata, nel cuore delle tradizioni culturali e rurali, lontana dai sentieri più battuti. Terra ospitale, mistica ma anche selvaggia, conquista per il suo carattere deciso e sfaccettato e per le esperienze uniche che offre a chi la visita.

A Shikoku, per scoprire l’anima vera del Giappone

Nell’isola si sono conservati i modi di vivere e le tradizioni più antiche dell’arcipelago

leggi tutto

L’accesso all’isola è facile ed estremamente scenografico: Seto-Ohashi, un sistema di sei ponti,  vero capolavoro d’ingegneria, collega Hayashima nella prefettura di Okayam, a Sakaide. In sole due ore da Kyoto sarete in quello che viene elogiato come il "Gioiello del Mondo", dolcemente lambito dalle acque del Mare Interno di Seto.

Un giardino incantevole - Il giardino Tra i siti più apprezzati di Takamatsu, capoluogo della prefettura di Kagawa, è Ritsurin-koen: il giardino risalente al periodo Edo (1603-1868) è uno dei più belli in Giappone. Il parco si estende tra laghetti, sale da tè, ponti e isole. Da Takamatsu verso sud-ovest, si raggiunge con la ferrovia il Kompira-san su cui sorge Kotohira-gu, un tempio buddhista e shintoista dedicato al protettore dei marinai, che dopo la restaurazione Meiji divenne luogo di culto esclusivamente shintoista. Nota è la salita di 1368 gradini, molto estenuante ma che nel suo ultimo tratto soprattutto, offre suggestivi scorci. Non mancate di assaggiare la specialità regionale, Sanuki udon, a base appunto di udon, gli spaghetti locali. Sono oltre 600 ristoranti in cui degustarli.

I pellegrini biancovestiti  - Da Osaka raggiungete la prefettura di Tokushima in sole due ore e mezza di autobus attraversando i ponti di Akashi-Kaikyo e Naruto: innanzi a voi si apriranno splendidi scenari naturalistici in cui s’insinuano atmosfere zen e tradizioni radicate. Tokushima è un antico centro portuale e conosciuta per le Awa-odori, le più famose danze tradizionali giapponesi eseguite durante il festival O-bon, in agosto. La costa orientale è punteggiata da villaggi tipici; uno in particolare, Ohama, ospita le tartarughe giganti che qui si recano a depositare le uova. Più a sud, nei pressi di Tokushima, si trova Muroto-misaki il luogo dove Kobo Daishi raggiunse l’illuminazione spirituale. A nord del promontorio troneggia la grande statua bianca del monaco, con lo sguardo rivolto al mare. I templi dall’1 al 23 appartenenti al Sentiero di pellegrinaggio che ne comprende ben 88 templi si trovano in questa prefettura (Tokushima): idealmente quindi, il percorso lungo 1.200 km parte da qui, dal tempio Ryozen-ji e, come in tutto lo Shikoku, non è raro imbattersi negli henro, i pellegrini biancovestiti.

Rafting nella valle di Iya - Un luogo speciale è la valle di Iya: meta di escursionismo, si pregia di gole dalle pareti a picco e montagne ricoperte di fitti boschi. Strette strade tortuose, le gelide acque azzurre dello Yoshino-gawa, favolose escursioni nella zona di Tsurugi-san e il rafting nelle gole di Oboke e Koboke: la Valle di Iya è un’esperienza straordinaria. Da non perdere l’attraversamento del ponte di liane Kazura-bashi per ammirare la cascata Biwa-no-taki (50m).

Chiiori, il rifugio agreste - In un remoto luogo nella Valle di Iya, ove per secoli l’uomo ha vissuto in armonia con la natura, si trova uno dei luoghi più insoliti del Giappone in cui alloggiare. Chiiori è una fattoria settecentesca con il tetto di paglia che è stata restaurata e riportata all’antico splendore nel totale rispetto dell’assetto originario: lucidi pavimenti di pino rosso cinesi, focolari incassati (irori), il bagno magnifico completo di vasca in legno di hinoki (cipresso giapponese), i mobili antichi e gli shoji – porte scorrevoli in carta di riso – a separare gli ambienti. Per soggiornare i questi luoghi straordinari è necessario prenotare.

Per maggiori informazioni: www.tourismshikoku.org

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali