FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

I venti anni delle Bandiere arancioni

Assegnate dal Touring Club Italiano 227 bandiere da nord a sud. New entry 2018 Aliano (MT)

A 20 anni dalla loro istituzione, sono oggi ben 227 le Bandiere arancioni del Touring Club Italiano: la Toscana è la Regione più arancione d'Italia (con 38 riconoscimenti), seguita da Piemonte (28) e dalle Marche (21). Bandiere arancioni è il primo programma di sviluppo e valorizzazione turistica dei borghi in Italia e, ancora oggi, l'unico dedicato esclusivamente a comuni con meno di 15.000 abitanti dell'entroterra.

I venti anni delle Bandiere arancioni

Le Bandiere arancioni sono state ideate per premiare e promuovere uno sviluppo turistico sostenibile di queste località, vero e autentico gioiello storico e culturale d’Italia. Su oltre 2.800 candidature in questi 20 anni solo l’8% ha ottenuto il riconoscimento. Dal 2015 sono 19 i borghi che hanno ottenuto l’importante riconoscimento. Valle d’Aosta: Gressoney Saint Jean (AO); Piemonte: Agliè (TO), Gavi (AL); Lombardia: Almenno San Bartolomeo (BG), Pizzighettone (CR); Friuli Venezia Giulia: Maniago (PN), San Vito al Tagliamento (PN); Toscana: Santa Fiora (GR); Marche: Frontino (PU), Serra San Quirico (AN); Abruzzo: Fara San Martino (CH), Lama dei Peligni (CH), Opi (AQ); Calabria: Oriolo (CS), Taverna (CZ).

Nel 2017 sono diventate Bandiere arancione Bellano (LC) in Lombardia, Chiusa di Pesio (CN) e Ozzano Monferrato (AL) in Piemonte. A inizio 2018 è entrata anche Aliano (MT) in Basilicata.

Il Touring Club Italiano, che nella sua storia spesso è stato precursore di stili e tendenze in tema di turismo e viaggio, per primo ha colto ed evidenziato il potenziale turistico dei piccoli centri dell’entroterra che vent’anni fa erano esclusi da ogni tipo di riflessione e politica di sviluppo turistico. Insieme a Regioni, Comuni e altre reti, ha contribuito a mutare radicalmente consapevolezza, percezione e modello di sviluppo dell’Italia interna, dei borghi e dei piccoli comuni, contribuendo ad evolverli da ambito marginale a destinazione di tendenza.

La Bandiera arancione è pensata dal punto di vista del viaggiatore e della sua esperienza di visita: viene assegnata alle località che non solo godono di un patrimonio storico, culturale e ambientale di pregio, ma sanno offrire al turista un’accoglienza di qualità. Il marchio ha una validità temporanea, ogni tre anni i Comuni devono ripresentare la candidatura ed essere sottoposti all’analisi del TCI che verifica la sussistenza degli standard previsti e garantisce così ai viaggiatori un costante monitoraggio della qualità dell’offerta turistica e alle amministrazioni uno stimolo al miglioramento continuo. La Bandiera arancione porta benefici reali e tangibili (+ 45% arrivi e + 83% di strutture ricettive in media, dall’anno di assegnazione) e supporta un vero e proprio per premiare e promuovere uno sviluppo turistico sostenibile. Su oltre 2.800 candidature in questi 20 anni solo l’8% ha ottenuto il riconoscimento circolo virtuoso, favorendo occupazione e rivitalizzazione locale.

Per maggiori informazioni: www.touringclub.it

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali