FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Alla scoperta dei favolosi castelli del Burgenland

Il rifugio dei Templari di Güssing e le stanze dʼargento di Forchtenstein, fino alla sala Haydn di Esterházy: una regione uscita da unʼantica favola

Dame e cavalieri, principi e principesse, antiche leggende e atmosfere da favola: Il Burgenland, regione austriaca al confine con l'Ungheria, è una terra da scoprire, tra le suggestioni di una storia antica che si materializza tra possenti fortezze, fastosi palazzi, magnifici castelli. E, particolare non secondario un'ottima enogastronomia.

Antiche leggende e atmosfere da favola: Il Burgenland

Il palazzo di Carlo Sesto - Il percorso nella storia può iniziare dalla visita al palazzo barocco di Halbturn, costruito tra il 1701 al 1711 da Johann Lucas von Hildebrandt come residenza di caccia per l’imperatore Carlo VI. L’edificio è circondato da un magnifico parco, ed è uno dei monumenti storici più preziosi della regione. Ospita inoltre uno delle più importanti cantine del Burgenland.

La camera dei tesori di Forchtenstein - Più a sud, sui monti Rosaliengebirge, sorge invece la fortezza di Forchtenstein, la cui origine risale al XIII secolo. Nel 1622 entrò in possesso del nobile casato degli Esterházy, ai quali deve il suo attuale aspetto. Qui si custodivano armi ed equipaggiamenti militari degli Esterházy e sempre qui, il principe Paolo I, padre fondatore del casato, insediò la sua straordinaria “Schatz - und Wunderkammer”. Una visita rivela straordinari pezzi da esposizione e ambienti di grande effetto fra cui il cortile più interno con la più estesa superficie di pittura murale realizzata “a secco” a nord delle Alpi, lo storico pozzo, l’oratorio, la cappella e le cucine. Il castello ospita anche la “Silbermöbel-Raum”, la stanza dei mobili d’argento, in cui sono esposti pezzi unici e rarissimi, mobili in argento di stile barocco e provenienti dalla camera dei tesori del casato degli Esterházy.

Il castello del paziente inglese - Altra sosta consigliata lungo l’itinerario dei castelli del Burgenland è Bernstein, costruito dalla casata dei Batthyány: romantico e circondato da una doppia cerchia di mura, oggi ospita un hotel, nella cui Sala dei Cavalieri si cena esclusivamente a lume di candela. Nel castello visse il conte Ladislaus Almasy, a cui è ispirato il libro (e il film) “Il paziente inglese”.

Deutschkreutz, tra antico e moderno - Da visitare in Burgenland anche il castello rinascimentale di Deutschkreutz costruito nel 1625 da Paul Nadasdy. Dal 1966, restaurato, ospita il “Lehmden-Museum”, un’installazione interna al castello che occupa oltre 800 m² con cui si realizza un ponte tra modernità e tradizione.

Lackenbach per un dolce relax - Il castello di Lackenbach, di epoca rinascimentale, si trova nel cuore del Burgenland,ed è oggi aperto al pubblico nella sua nuova veste, con parti interamente restaurate. Una sala da concerto, ampi saloni per ogni genere di evento, una coffee lounge sono i luoghi ideali per una pausa di relax. L’incantevole parco del complesso è l’ideale per trascorrere tranquillamente qualche ora di tempo completamente immersi nella natura.

La fortezza dei Templari, Lockenhaus - Quello che un tempo era il maniero dei Templari ed ex-residenza della sanguinaria contessa Erszébet, ai giorni nostri è diventato luogo di rappresentazione di un raffinato festival di musica da camera. Ill castello-fortezza di Lockenhaus risalta tra tutti i complessi fortificati della regione, sia dal punto di vista storico che artistico. Un sala per il culto in cui, come nelle fortezze dei crociati, la luce filtrava attraverso un’apertura nel vertice della volta, viene attribuita all’Ordine dei Templari, come pure il salone – la “Rittersaal” – con le sue ogive gotiche pare sia servito ai Templari come luogo segreto per i loro incontri. Oggi la fortezza di Lockenhaus custodisce un museo i cui punti di forza sono le mostre e le visite guidate su temi diversi.

Il castello di Haydn - Il Castello Esterházy si trova a Eisenstadt e il più importante monumento e attrazione culturale del Burgenland. Le origini di questa dimora risalgono a una fortezza gotica del XIII secolo. Nel 1649 divenne proprietà della famiglia Esterházy e per oltre 300 anni, il castello è stato la residenza principale della famiglia e centro di amministrazione del loro potere. La speciale atmosfera del Castello Esterházy ha ispirato il compositore Joseph Haydn per oltre 40 anni e il risultato sono sonorità straordinarie che hanno scritto pagine indimenticabili nella storia della musica. La Sala Haydn a lui intitolata rimane ancora oggi una delle sale da concerto più belle al mondo oltre a essere una delle migliori per l’acustica. Oggi come allora il castello è il cuore pulsante della vita culturale di Eisenstadt e lo splendido palcoscenico di feste ed eventi mondani.

Nella sala dei cavalieri di Güssing - La stupenda rocca di Güssing risale al XII secolo. Nel XVI e nel XVII secolo, il complesso fu proprietà della famiglia Batthyány che lo trasformò in una roccaforte a difesa contro gli ungheresi. Il castello ospita il museo della rocca che comprende la Rittersaal – la Sala dei Cavalieri – e quella degli Avi, la Sala dell’Arte e quella della Armi. Di particolare interesse è anche la cappella che ospita uno splendido altare maggiore in stile neogotico. Oggi questo complesso è meta amata di visite turistiche e sede di mostre ed esposizioni.Altri castelli attendono il visitatore del Bugenland. Come la rocca abbandonata di Landsee o quello, veramente splendido di Schlaining: da ricordare che la regione austriaca è famosa per la sua enogastronomia e per i magnifici vigneti.

Per maggiori informazioni: www.burgenland.info

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali