FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
DirettaCanale 51

Irlanda: viaggio nella natura incontaminata

Tante idee per un soggiorno nella verde Irlanda a partire dalla visita del Burren National Park fino alle spiagge della Wild Atlantic Way

- Avete desiderio di immergervi in paesaggi naturali straordinari, verdi e sconfinati? Bene il vostro sogno ha un nome: Irlanda. Lasciatevi stupire da questa terra così particolare che oltre la sua innata vocazione alla natura incontaminata nasconde anche un’anima marina. Leggete qui di seguito, scoprirete che in Irlanda si fa anche surf.

    DAL BURREN NATIONAL PARK ALLA WILD ATLANTIC WAY PER GIORNI NELLA NATURA– Non è un mistero che questo Paese è uno dei pochi In pochi al mondo il cui paesaggio ha influito così straordinariamente nella letteratura, nella musica e nel carattere della popolazione. Chiunque infatti cominci a pensare all’Irlanda è subito preso da immagini di infinite distese di verde, morbide colline, coste frastagliate e cieli mutevoli. Immagine più che giusta. Con una superficie relativamente poco estesa (486 km da nord a sud, 275 km da est a ovest), l’Irlanda offre infatti un’incredibile varietà di paesaggi, 6 parchi nazionali, 12 parchi forestali e numerosissime riserve naturali, costituendo uno degli ambienti più incontaminati d’Europa.
    E se non avete idea da dove partire per conoscere tutto il verde d’Irlanda il consiglio è di cominciare il vostro viaggio da una visita al Burren National Park, una regione rocciosa spazzata dai venti atlantici, sulla costa di Galway. Si tratta di un fantastico tavolato completamente lastricato di pietre calcaree, nel quale, sotto l’immensa volta del cielo, terra e mare si fondono in una vastità vertiginosa, dove non è raro venire sopraffatti da un senso di arcana sacralità. Ma il Burren è anche un paradiso naturalistico che in primavera si tinge della fioritura multicolore ed effimera di splendidi fiori (si concentra qui il 75% dei fiori selvatici d’Irlanda, tra cui bellissime orchidee), un’eccezionale varietà di piante mediterranee, artiche e alpine.
    E’ anche rifugio di avifauna e farfalle rare, nonché di numerosi mammiferi, tra cui la martora, tassi, volpi e persino ermellini, mentre foche e lontre popolano alcune spiagge della zoma. Dal punto di vista archeologico, il Burren è una vera mecca: anticamente l’area è stata infatti abitata da popolazioni che ci hanno lasciato oltre 2500 siti di interesse storico, tra i quali il celebre Poulnabrone Dolmen, noto anche come Portal Tomb, una vera e propria icona irlandese.
    E se avete voglia di visitare il Burren a piedi ci sono moltissimi sentieri da percorrere come ad esempio il Burren Way, un percorso di 35 km tra Ballyvaughan a nord e Liscannor a sud, toccando il villaggio di Doolin, prima di proseguire per le celebri Cliffs of Moher. Il villaggio costiero di Doolin è noto come centro di musica tradizionale irlandese e rappresenta un’ottima base per le escursioni nei dintorni: ci sono infatti alberghi, ostelli, b&b, pub e ristoranti. Dal porto partono le escursioni in barca alle suggestive Cliffs of Moher e i traghetti per le isole Aran, la cui inalterata bellezza affascina ogni visitatore. Ma esistono altri incantevoli villaggi in cui sostare, come Kilfemora nell’entroterra e Ballyvaughan a nord. 
    Se invece siete degli amanti del cinema e non perdete l’occasione di visitare dovunque voi andiate luoghi che sono stati set cinematografici allora il vostro itinerario irlandese ideale è il Tour of Thrones, l’ultimo della serie di tour organizzati dalla Quinn’s Coaches che parte dal centro di Belfast per dirigersi poi verso sud, alla volta di Quoile Pond, vicino Downpatrick, setting utilizzato come molo funebre per la Casata Tully. Da qui il tour prosegue verso la meravigliosa, settecentesca, Castle Ward Estate, location principale nella serie pilota e nella maggior parte delle riprese della prima stagione.
    La tenuta di Castle Ward si è scenograficamente prestata in due differenti riprese: il suo storico cortile è apparso come cortile di Grande Inverno, mentre la parte più vasta è stata utilizzata per il Whispering Wood. Le scene chiave girate presso Castle Ward includono gli episodi sull’accampamento di Robb Stark’s, sulla Battaglia di Baelor e su Brienne che affronta gli uomini Stark. Dopo una pausa pranzo a Downpatrick, luogo di sepoltura di San Patrizio, patrono d’Irlanda, si prosegue per la Tollymore Forest, ai piedi delle Mourne Mountains, dove sono state girate le primissime scene del Trono di Spade.
    La tappa finale del tour, prima del rientro a Belfast, è presso la Inch Abbey, sulle rive del Quoile River. Risalente al XII sec., lo storico sito è utilizzato come location delle Torri Gemelle delle Terre dei Fiumi. Una volta a Belfast sarà possibile visitare i Paint Hall Studios, i più grandi studi cinematografici indoor al mondo, nei quali sono state filmati la maggior parte degli interni del “Trono di Spade”. Infine se avete desiderio di fare un pò di vita di mare, non dimenticatevi che l'Irlanda offre anche questa possibilità. Qui infatti c'è la famosa Wild Atlantic Way che affacciandosi sul selvaggio Oceano Atlantico è uno dei posti più gettonati per gli appassionati di surf.

    Per maggiori informazioni: www.ireland.com/it-it 

    Per conoscere il meteo sull'Irlanda in tempo reale, consulta le previsioni di www.meteo.it   

    TAG:
    Irlanda
    Burren National Park
    Oceano Atlantico
    Wild Atlantic Way