FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Rapporto Google: i siti hackerati aumentano del 32% nel 2016

Sfruttati password deboli e mancati aggiornamenti di sicurezza

Rapporto Google: i siti hackerati aumentano del 32% nel 2016

Sempre più siti sono esposti al pericolo di essere attaccati dagli hacker. Google ha dipinto un quadro desolante sulla sicurezza informatica, constatando che il numero di pagine web violate è aumentato del 32 per cento tra il 2015 e il 2016 e la tendenza non è destinata a rallentare visto che i cyber-criminali diventano sempre più aggressivi e i domini degli utenti sempre più "vecchi" e meno protetti.

La notizia arriva poco dopo le violazioni che hanno colpito Yahoo, il governo degli Stati Uniti e le principali aziende di e-commerce. "L'Hacking è in continua evoluzione e la ricerca ci permette di rimanere aggiornati su come combattere gli ultimi trend", afferma Google.

Secondo il rapporto, gli hacker sfruttano principalmente password deboli degli amministratori e mancati aggiornamenti di sicurezza. "Non ci aspettiamo che questa tendenza rallenti. Gli hacker diventano tanto più aggressivi, quanto più siti obsoleti riescono a infettare" afferma Google in un post sul suo blog webmaster.

Anche se il sistema di sicurezza fornisce avvisi agli utenti quando rileva siti compromessi o minacce, il 61 per cento di coloro che li gestiscono non sa nemmeno di essere in pericolo perché non vi è stata una verifica dal motore di ricerca (che ha uno strumento ad hoc, disponibile gratuitamente). Google individua anche alcune tipologie ricorrenti di violazioni da parte degli hacker, come l'inserimento di pagine con contenuti senza senso create ad arte per ingannare gli utenti o la creazione di testi giapponesi collegati a finti siti di merce griffata.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali