FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Contro le bufale Whatsapp limita lʼinoltro dei messaggi

Dopo le accuse piovute da India e Myammar di diffondere fake news, Zuckerberg è stato costretto a prendere provvedimenti sul sistema di messaggistica

Contro le bufale Whatsapp limita l'inoltro dei messaggi

Alla strenua lotta contro le fake news si arrende anche Whatsapp. Il sistema di messaggistica istantanea, infatti, si è dovuto piegare alle richieste di India e Myammar, che accusano l'app di favorire la diffusione di bufale che possono anche portare a disordini sociali e omicidi, come nel caso dei falsi allarmi sui rapimenti di bambini. Così Zuckerberg, proprietario dell'app dal 2014 e che finora aveva respinto ogni accusa, è stato costretto a introdurre nei due Paesi asiatici una limitazione nell'inoltro dei messaggi ai propri contatti: se l'azione poteva essere compiuta per 250 volte, ora in India è possibile solo per 5.

In India, poi, è stato tolto anche il comando veloce a fianco di foto e video; mentre in Myammar l'accusa rivolta a Whatsapp è di fomentare l'odio razziale contro la minoranza Rohingya.

Così, dopo la pioggia di critiche dall'Asia per la "complicità" nella diffusione di fake news, Whatsapp ha annunciato che in tutto il mondo la funzione che permette di inoltrare un messaggio a un altro utente sarà limitata a 20 contatti.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali