FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Nadia Toffa, 30mila firme per intitolarle reparto oncologico ospedale Taranto

La petizione lanciata sulla piattaforma Change.Org, è rivolta al governatore della Puglia Michele Emiliano

Nadia Toffa, 30mila firme per intitolarle reparto oncologico ospedale Taranto

Ha superato le 30mila firme la petizione online, sulla piattaforma Change.Org, per intitolare il reparto Oncoematologico pediatrico dell'ospedale SS.Annunziata di Taranto a Nadia Toffa, la conduttrice delle Iene scomparsa il 13 agosto a causa di un tumore. La petizione è rivolta al governatore della Puglia Michele Emiliano. Nel testo si legge che Nadia Toffa "era cittadina onoraria di Taranto".

"Questo il riconoscimento che le era stato dato per le sue battaglie in difesa della salute dei tarantini,e dei bambini in particolare modo, salute costantemente minacciata dall'inquinamento del polo siderurgico", continua così il testo della petizione, che ringrazia la conduttrice per il suo contributo: "Grazie a Nadia Toffa, Taranto ha un reparto Oncoematologico Pediatrico. Credo che sia giusto dare a questo reparto il suo nome, per ringraziarla l’impegno e la speranza che ha regalato ai genitori e bimbi di Taranto poco fortunati".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali