FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Mediaset, confermata in appello la condanna al portale Vimeo: violato il diritto d'autore

La piattaforma americana deve pagare un risarcimento da 8,5 milioni di euro a RTI per la pubblicazione e la mancata rimozione di oltre 2.000 video

mfe mediaset mediaforeurope
Ansa

La Corte d'Appello di Roma ha rigettato l'istanza del portale Vimeo, confermando integralmente il pronunciamento di primo grado del 10 gennaio 2019 e la condanna al pagamento di un risarcimento di 8,5 milioni di euro a RTI, società di Mediaset.

In primo grado il Tribunale di Roma aveva condannato la piattaforma statunitense per la pubblicazione e la mancata rimozione di oltre 2.000 video tratti da programmi tv Mediaset coperti da diritto d'autore.

 


"Hosting attivo" -

La decisione è stata comunicata da Mediaset tramite una nota. In appello il collegio presieduto dal giudice Gianna Maria Zannella ha nuovamente giudicato Vimeo come "hosting attivo", "in tutto assimilabile - si legge nel dispositivo - a un servizio di video on demand" dove "i contenuti audiovisivi sono precisamente catalogati, indicizzati e messi in correlazione tra loro, e quindi creando valore per la Vimeo e per gli utenti paganti".


 


Giurisprudenza consolidata -

Nel pronunciarsi, la Corte d'Appello di Roma ha più volte richiamato la consolidata giurisprudenza della Corte di Giustizia dell'Unione Europea e i principi delle sentenze di Cassazione su altri portali come Yahoo e Break Media.


 


Mediaset, dall'informazione all'intrattenimento: numeri e trend degli ultimi tre anni


Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali