FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Le Iene, Luigi Pelazza espulso dal Marocco per un servizio sulla prostituzione minorile

Lʼinviato stava documentando il fenomeno ed è stato fermato dalla polizia

Foglio di via per Luigi Pelazza, inviato de Le Iene, che è stato cacciato dal Marocco per aver documentato il fenomeno della prostituzione minorile a Marrakech. Attraverso la sua pagina Facebook, Pelazza ha ricostruito la vicenda: "La polizia ha fatto irruzione nella casa in cui stavamo facendo un'intervista, ha arrestato il nostro interprete e portato me e il mio autore Mauro Pilay in Prefettura. Siamo stati espulsi dal Paese".

"Ci hanno sequestrato i telefoni, preso tutto quello che avevamo registrato e ci hanno vietato di fare telefonate e anche di contattare l'Ambasciata. Volevano anche farci firmare dei fogli per 'assunzione di responsabilità' ma non abbiamo firmato nulla" si legge nel post pubblicato sul profilo Facebook.

Appena salito sull'aereo, l'inviato ha condiviso una clip in cui spiega che "la polizia non è contenta del fatto che mostriamo al mondo la situazione che c'è a Marrakech. Non ci hanno nemmeno permesso di dormire nel nostro hotel, abbiamo dovuto passare la notte per terra in aeroporto sorvegliati a vista".

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali