FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Tommy Lee picchiato dal figlio Brandon, denuncia social: "Figli ingrati"

Il batterista e ex di Pamela Anderson ha postato la foto su Instagram (poi rimosssa) del labbro gonfio

"Il mio cuore è spezzato. Puoi dare ai tuoi figli tutto ciò di cui hanno bisogno nella loro vita e loro ti si rivolteranno contro lo stesso...". Con questo post e una foto (subito rimossa), che mostra il labbro gonfio e insanguinato, Tommy Lee, 51 anni, ex di Pamela Anderson, ha condiviso sui social la sua "denuncia" contro il figlio Brandon Thomas Lee, 21 anni, che l'altra sera lo avrebbe assalito e picchiato nella sua casa lasciandolo tramortito...

Tommy e Brandon Thomas Lee... faide di famiglia

Lo stesso giorno Tommy, che è stato anche il marito di Heather Locklear, aveva postato un video sulle sue Instagram Stories che mostrava la camera del figlio in evidente disordine e caos avvertendo le potenziali spasimanti del figlio: "Se avete intenzione di uscire con lui, ecco in che cavolo di affare vi mettete...".

I "panni sporchi" di casa Lee sono diventati subito un affare mediatico e mentre TMZ ha riportato la replica di Brandon, che ha commentato la foto e la denuncia dicendo di aver agito per autodifesa e che il padre era evidentemente ubriaco, Tommy ha rimosso la foto e twittato: "Hey TMZ prima di riportare falsità verifica i fatti. La mia fidanzata (Brittany Furlan, ndr) e io eravamo a letto quando mio figlio ha fatto irruzione nella camera e mi ha assalito. Gli ho intimato di andarsene e lui mi ha dato un cazzotto. Lui poi è scappato via dalla polizia". Il batterista dei Mötley Crüe sarebbe stato portato in ospedale per medicare le ferite. Tommy Lee infatti avrebbe denunciato subito il fatto alla polizia e adesso il figlio Brandon sarebbe indagato.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali

OGGI SU PEOPLE