FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Tarantino: "Lʼincidente a Uma Thurman uno dei miei errori più grandi"

Dopo le accuse al New York Times dellʼattrice, il regista si è preso tutte le responsabilità per lʼincidente sul set di "Kill Bill vol.2"

Tarantino: "L'incidente a Uma Thurman uno dei miei errori più grandi"

"Quentin Tarantino si è profondamente pentito e continua a pentirsi per questo evento sfortunato". Sembra potersi chiudere con queste parole, postate sui social di Uma Thurman e con un mea culpa ufficiale di Tarantino la questione legata all'incidente sul set del secondo capitolo di "Kill Bill" . Un'intervista rilasciata dal regista ha finalmente chiarito tutto.

La bomba l'aveva scagliata qualche giorno fa proprio Uma Thurman, in un'intervista al NYT raccontando la sua versione dei fatti circa il brutto incidente avvenuto sul set di "Kill Bill vol.2", nel quale andò a schiantarsi contro una palma per girare una scena in auto. 

Adesso però proprio Tarantino ha voluto assumersi le responsabilità per quell'incidente, spiegando l'accaduto a Deadline.com, sito web attento nel raccontare tutto ciò che riguarda il mondo di Hollywood. Prima il mea culpa: "È uno dei più grandi rammarichi della mia vita, uno dei degli errori più orribili", ha ammesso. 

Ma non tutto è andato come ha raccontato Uma. Tarantino ha raccontato che prima di girare quella scena guidò lui stesso la macchina, per testare lo stato della strada. Verificò quindi che era tutta dritta. 

Inoltre ha spiegato che prima di far girare la scena incriminata alla Thurman cambiò il piano: lui aveva guidato l’auto in una direzione, ma per via di una luce migliore, scelse di farle guidare l’auto nella direzione opposta. In sostanza l’incidente si verificò perché, guidando in direzione opposta, la strada era meno dritta di come era sembrata a lui inizialmente. 

La questione sembra dunque risolta. Uma ha postato sul suo profilo Instagram il video dell'incidente,  chiarendo effettivamente chi ha voluto incolpare per i fatti. "Quentin Tarantino era profondamente dispiaciuto ed è ancora pieno di rimorsi per quanto successo. E mi ha dato il video, anni dopo, così che io potessi farlo uscire, pur sapendo che difficilmente giustizia sarà fatta. Tarantino lo ha fatto sapendo anche che il video avrebbe potuto portargli danni personali e sono orgogliosa di lui per il suo coraggio, per aver fatto la cosa giusta. L’insabbiamento dopo i fatti è però imperdonabile. Ritengo per questo unicamente responsabili Lawrence Bender, E. Bennett Walsh  e il ben noto Harvey Weinstein. Hanno mentito, hanno distrutto prove e continuano a mentire sui danni che hanno fatto e poi deciso di nascondere."

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali

OGGI SU PEOPLE