FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

"Charley Thompson", lʼamicizia tra un ragazzo e un cavallo nellʼAmerica on the road

Al cinema dal 5 aprile il nuovo film di Andrew Haigh presentato all’ultima Mostra del Cinema di Venezia

"Charley Thompson", l'amicizia tra un ragazzo e un cavallo nell'America on the road

Andrew Haigh torna dietro la cinepresa con "Charley Thompson", un road movie presentato all’ultima Mostra del Cinema di Venezia, dove il protagonista Charlie Plummer ha conquistato il Premio Mastroianni come attore rivelazione. Tratto dal romanzo "La ballata di Charley Thompson" di Willy Vlautin, segue il viaggio che un ragazzo intraprenderà in compagnia di un fedele amico, un cavallo. Tgcom24 vi offre una clip esclusiva del film in uscita il 5 aprile.

Il quindicenne Charley Thompson desidera una casa vera e qualcuno che si prenda cura di lui. Abbandonato dalla madre, è cresciuto con un padre disattento e sempre nei guai. Poco distante dalla loro casa abita un allenatore di cavalli e proprietario di un maneggio cresciuto nel mondo illegale delle corse clandestine. Con il tempo il piccolo Charley diventa suo aiutante e stringe un legame profondo con Lean on Pete, un cavallo da corsa che non può più correre. Nel momento di massimo dramma per questo animale il ragazzo prende una decisione: intraprendere un pericoloso viaggio insieme attraverso l’America più profonda.

Il cast vanta anche due icone del cinema indipendente, Steve Buscemi e Chloë Sevigny.

"Quando ho letto il romanzo l'ho trovato pieno di gentilezza e compassione - ha spiegato Andrew Haigh -, una cosa che mi ha spinto a fare il film. E' in qualche modo il contrario di un romanzo di formazione, perché il protagonista non è alla ricerca della propria identità, ma piuttosto di sicurezza. D'altronde Vlautin - continua il regista - è uno scrittore che ama molto Steinbeck, c'è sempre speranza e compassione nei suoi libri e mai nessuno è davvero malvagio. E poi io amo i film che hanno uno sviluppo lineare, senza flash back, le opere che lasciano aperta una porta, una speranza".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali