FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Roma, addio a Paolo Ferrari: grande attore di teatro, cinema e tv

Il suo volto divenne famoso per lo spot di un detersivo

Si è spento a Roma all'età di 89 anni Paolo Ferrari, grande attore di teatro, cinema e televisione. Nato a Bruxelles il 26 febbraio del 1929, ha lavorato con registi del calibro di Blasetti, Zeffirelli e Petri. Nel corso della sua carriera fu anche un famoso doppiatore. Lascia tre figli maschi: Fabio e Daniele avuti dalla prima moglie, Marina Bonfigli, e Stefano, concepito con Laura Tavanti. Entrambe le donne sono state sue compagne sulla scena.

Ha iniziato la sua carriera a soli 9 anni debuttando in “Ettore Fieramosca” di Blasetti; l'anno successivo era nel cast di “Kean” di Brignone. Nello stesso anno in cui Franco Zeffirelli lo sceglie per “Camping” diventa anche doppiatore, prestando la voce a Jean Louis Trintignant nel “Sorpasso” di Dino Risi. Della sua carriera non si possono dimenticare le serie tv, come quella dedicata a “Nero Wolf” in cui ricopre il ruolo di Archie Goodwin, “Orgoglio”, “Incantesimo”, “Disokkupati” e “Notte prima degli esami”.

Paolo Ferrari e il tormentone del fustino Dash
Il suo volto è diventato noto anche per lo spot di un famoso detersivo. “Signora vuole cambiare il suo fustino di Dash con due di altra marca?” rimarrà nella storia della pubblicità la mitica frase pronunciata da Paolo Ferrari, che ha interpretato negli anni '70 l'uomo del fustino del detersivo Dash. Ferrari proponeva alle casalinghe lo scambio del fustino. E poi la sua frase “Dash più bianco non si può” è un tormentone durato decenni.

Eʼ morto Paolo Ferrari: guarda le foto di scena e gli spot

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali