FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Puff Daddy è il rapper più ricco del mondo secondo Forbes

La rivista economica ha incoronato Sean Combs per il settimo anno consecutivo

Puff Daddy è il rapper più ricco del mondo secondo Forbes

Forbes ha stilato classifica dei cinque rapper più ricchi al mondo (basandosi sui patrimoni dichiarati). Per il settimo anno consecutivo la rivista ha incoronato Sean Combs, alias Puff Daddy (o Puff Diddy, come si fa chiamare ora) come paperone del genere. Il suo patrimonio ammonta a 820 milioni di dollari, che in gran parte proviene da attività imprenditoriali e non dalla semplice musica. Subito dietro troviamo Jay Z e Dr. Dre.

Sean Combs mantiene la testa della classifica grazie ai proventi dell'attività legata a una vodka, un network televisivo, un'acqua alcalina e una tequila. Dietro di lui, a soli 10 milioni di dollari, troviamo Jay-Z, marito di Beyoncé, che anche lui ha incassi milionari da attività collaterali.proprietario della Roc Nation e fondatore di Tidal.

Sul terzo gradino del podio si assesta Dr. Dre, con i suoi 740 milioni di dollari. Molto lontani dal terzetto di testa il quarto e quinto, rispettivamente Bryan "Birdman" Williams, che ha in banca 110 milioni di dollari, e Drake, con i 90 milioni di dollari.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali