FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Lady Gaga bandita dalla Cina dopo l’incontro con il Dalai Lama

La popstar americana e il leader spirituale si sono visti a Minneapolis domenica

Lady Gaga bandita dalla Cina dopo l’incontro con il Dalai Lama

Lady Gaga è stata bandita dalla Cina dopo aver incontrato il Dalai Lama. Lo scrive il quotidiano britannico Guardian. La popstar americana e il leader spirituale si sono visti a Minneapolis domenica scorsa: i due hanno discusso di meditazione e salute mentale. Il video dell’incontro è stato postato dalla cantante sul suo profilo Facebook.

La reazione di Pechino non si è fatta attendere: il governo ha definito il Dalai Lama “un lupo vestito da monaco”. Inoltre, secondo quando riferito dal giornale Hong Kong Apple Daily, il Dipartimento di Propaganda cinese ha vietato l’intero repertorio di Lady Gaga, proibendo ai media e ai siti web di trasmettere le sue canzoni.

A un giornalista straniero che gli chiedeva se questo faccia a faccia avrebbe creato una “bad romance” (titolo di una hit della popstar) il portavoce del Ministero degli Esteri Hong Lei ha risposto di non sapere chi sia Lady Gaga.

In passato la Cina aveva già bandito artisti come i Maroon 5, Bjork e gli Oasis per il loro impegno a favore dell’indipendenza del Tibet.
“Lady Gaga sapeva esattamente a cosa sarebbe andata incontro” ha commentato su Twitter il giornalista e attivista americano Bill Bishop. “Ha dimostrato coraggio, a differenza della maggior parte delle celebrità che sono impaurite da Pechino”.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali