FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Kevin Spacey, Scotland Yard apre una seconda indagine per molestie

La polizia britannica indaga su un altro caso, avvenuto a Londra nel 2005

Kevin Spacey, Scotland Yard apre una seconda indagine per molestie

Dopo una prima denuncia per un episodio risalente al 2008, ora Scotland Yard ha aperto una seconda indagine contro Kevin Spacey. A quanto riferisce "Variety", infatti, la polizia britannica sta raccogliendo elementi "su un'aggressione sessuale nei confronti di un uomo avvenuta nel 2005 a Londra, nel quartiere di Lambeth". Si tratta dello stesso quartiere in cui ha sede il prestigioso teatro Old Vic, di cui Spacey è stato direttore artistico dal 2004 al 2015.

Si aggrava quindi la posizione del divo di Hollywood, già sotto inchiesta negli Stati Uniti. Qualche tempo fa un articolo della rivista americana "Variety" aveva raccolto le testimonianza di una ventina di uomini, che accusavano la star di Hollywood di averli molestati a Londra negli anni della sua direzione artistica all'Old Vic.

Ora una delle presunte vittime si è fatta avanti e ha sporto denuncia a Scotland Yard. L'identità non è stata ancora resa nota ma fonti della polizia riferiscono che si tratta di un ex aspirante attore, il quale ha denunciato un episodio avvenuto nel 2005, quando si era rivolto a Spacey per "chiedergli consiglio".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali