FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Kanye West "flirta" con Trump su Twitter: "Siamo energia di drago", ma i fan non gradiscono

Il rapper di Atlanta appoggia il presidente degli Stati Uniti con una serie di tweet... E Trump ringrazia

Kanye West "flirta" con Trump su Twitter: "Siamo energia di drago", ma i fan non gradiscono

Un paio di scatti social in cui indossa un cappellino rosso con la scritta MAGA, ovvero “Make America Great Again” firmato da Trump e uno scambio di tweet con il presidente degli Stati Uniti stesso, tra apprezzamenti e ringraziamenti. Kanye West sembra più social che mai. Il rapper di Atlanta ha attirato l'attenzione dei media e dei fan toccando temi molto caldi su Twitter, da una sua possibile candidatura alle presidenziali del 2024 al suo appoggio a Donald Trump e scatenando così non poche polemiche.

"Non dovete per forza essere d'accordo con Trump, ma nessuno può impedirmi di amarlo. Siamo entrambi energia di drago. Lui è mio fratello. Io amo tutti. Non condivido tutto quello che fa. Questo è ciò che ci rende individui. E abbiamo il diritto di pensare autonomamente", ha scritto il rapper. E Trump gli ha subito risposto con un tweet di ringraziamento: "Grazie Kanye, molto fico", riferendosi al suo apprezzamento su sull’energia di drago.

Il "flirt" via Twitter tra i due non è piaciuto a molti fan del rapper e presto si è parlato di "fuga di follower" dal suo profilo. Un rumor poi smentito dai dati resi noti da un portavoce di Kanye West stesso.

A questo punto è intervenuta anche Kim Kardashian, che, sempre via Twitter ha voluto sostenere il marito dichiarandogli il suo amore proprio per il fatto che "corra sempre fuori dai binari della pubblica opinione", e che in un altro tweet ha scritto: "È un pensatore libero, non è più permesso in America?" e ancora. "La maggior parte delle persone (me compresa) hanno sentimenti e opinioni molto diverse su tutto questo. Ma quella è la sua opinione e credo che ogni persona debba avere le sue idee, anche se sono molto diverse dalle mie...".

Con un altro tweet Kanye West ha poi voluto sottolineare di aver parlato con Kim, la quale ci teneva a precisare, che l'appoggio a Trump del marito non è al 100%: "@kanyewest - my wife just called me and she wanted me to make this clear to everyone. I don't agree with everything Trump does. I don't agree 100% with anyone but myself".

Poche ore prima West era tornato anche su un altro tema caldo, ovvero la sua candidatura alle prossime presidenziali, postando, ma poi cancellandola subito, un'immagine "criptica" in cui mostrava il suo volto in una sorta di poster di campagna elettorale con lo slogan: 'Keep America Great' e l'hashtag "# Kanye2024".

Cambiando completamente registro West ha intramezzato i tweet "politici" con alcuni post in cui mostrava la sua nuova reggia da oltre 40 milioni di dollari a Hidden Hill, Los Angeles, dopo la seconda ristrutturazione: stanze bianche vuote e immacolate... da molti fan definite: "Una tomba".

Kanye West, la "reggia" di Los Angeles e il cappellino pro-Trump

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali