FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Jon Bon Jovi apre un ristorante solidale: i poveri non pagano, ma... lavano i piatti

In New Jersey, il cantante ha inaugurato il locale aperto ai meno abbienti, che in cambio del pasto si rendono utili

Jon Bon Jovi apre un ristorante solidale: i poveri non pagano, ma... lavano i piatti

Jon Bon Jovi apre nel New Jersey un ristorante, dove i poveri non pagano il conto, ma poi... lavano i piatti. L'artista ha inaugurato con la moglie Dorothea il "Soul Kitchen", a Toms River, sulla costa atlantica devastata quattro anni fa dall'uragano Sandy. "Tutti devono poter cenare al ristorante, soprattutto in una società in cui una famiglia su cinque vive in povertà e dove un americano su sei non può permettersi il cibo", ha detto il cantante.

Il locale rientra nel piano umanitario che il musicista e attore e la moglie sostengono con la "Jon Bon Jovi Soul Foundation". Annessi al ristorante ci sono una scuola di cucina, una "banca del cibo" che serve i senzatetto, doposcuola per bambini a rischio e un centro di consulenza per problemi di vita quotidiana (tasse, salute, welfare), attività create in un'area popolare abitata da 90 mila persone tutte della classe medio-bassa.

"Anziché dargli un pesce insegniamo a un un uomo a pescare. – spiega Jon Bon Jovi - Quando entri da noi non vedi prezzi sul menu e alla fine della cena basta lasciare una donazione, anche soltanto dieci dollari. Ma se sei seriamente povero e non puoi permetterti neanche questo, ti rimbocchi le maniche: il che significa, portare il cibo in tavola, lavorare nel nostro giardino, lavare i piatti". "Se invece puoi pagare, acquisti una tessera che servirà a coprire i costi della tua cena e quella di un altro che è qui nel ristorante o che ci verrà domani". Insomma un "pasto sospeso" come si usa a Napoli con il caffè.

Jon Bon Jovi apre un ristorante solidale, dove i poveri mangiano e non pagano

Il cantante e attore ha inaugurato a Toms River, New Jersey, il ristorante aperto in collaborazione con la moglie Dorothea. Il "Soul Kitchen" offre cibo gratis a chi non può permettersi di pagare il conto: in cambio i "clienti" devono lavare i piatti

leggi tutto

"Tutti ricevono lo stesso pasto", ha spiegato Dorothea che con il marito ha l'ambizioso obiettivo di combattere la fame che affligge ampie frange della società americana.

Il ristorante non è l'unica iniziativa della fondazione che fa capo a Bon Jovi e sua moglie. La sua Soul Fundation ha costruito 500 abitazioni a buon mercato e 10 rifugi per migliaia di poveri o senza tetto e un altro ristorante, il Red Bank, che ha servito finora 50 mila pasti.

Jon Bon Jovi ha però anche progetti musicali in cantiere: il prossimo disco dovrebbe uscire a settembre.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali